Tag

vino per risotto alla zucca

Browsing

Di stagione, forse scontato, ma è proprio questo il tempo giusto di Vino e Zucca, un abbinamento che fa tutti contenti. Un Wine Food pairing ideale all’insegna della leggerezza e dei profumi. Quali saranno i vini più adatti per questo ingrediente autunnale, con tante sfiziose possibilità di utilizzo? Qui avevo già scovato alcuni vini perfetti per il risotto alla zucca … ma, stavolta, il racconto s’infittisce con nuovi suggerimenti.

Pronto per addentrarti nel selvaggio mondo di Vino e Zucca?

Zucca: un solo ingrediente, tante ricette

Dal più celebre risotto alla zucca, passando per i tortelli mantovani, continuando con le scaloppine di pollo alla zucca, per finire con la torta di zucca … ecco solo alcune delle celebri ricette in cui questo ortaggio è vero protagonista. Cos’è che rende così buona la zucca?

Due fattori principali: la sua aromaticità delicata, unita a un gusto pseudo-dolce, così carezzevole da piacere persino ai bambini. Sono proprio questi i punti di forza che l’abbinamento con il vino deve riuscire ad esaltare.

Fatte le opportune premesse, vediamo come creare un perfetto incontro tra Vino e Zucca.

Vino e Zucca, tante ricette con la zucca protagonista

Vino e Zucca: Spumanti, Bianchi, Rosati o Rossi

Generalmente nell’abbinamento Vino e Zucca sono i bianchi i più adatti, perfetti nel vivacizzare la pseudo dolcezza di questo particolare ingrediente, dotati anche di profumi, fruttati, floreali, erbacei e minerali, che ben si abbinano all’aromaticità di base dell’ortaggio.

Ciò non toglie che, in alcuni casi, possano andare bene anche spumanti dal gusto intenso, rosati non troppo decisi e rossi dal profilo gustativo fresco e profumato. Infatti, la scelta del vino perfetto dipende anche e, spesso, soprattutto, dagli altri elementi della ricetta in cui la zucca è ingrediente clou.

Vino e Zucca: Esempi di Abbinamento

Risotto alla Zucca: Caratteristiche

Quando si sceglie un vino per il risotto alla zucca, bisogna tenere conto delle caratteristiche che rendono questo primo così gustoso. Il risotto alla zucca ha un’aromaticità delicata, per via delle zucca e delle cipolle che si usano nella preparazione. Un ricetta segnata da una forte tendenza dolce, per il gusto stesso della zucca nonché del riso. Un piatto dotato anche di una piacevole sapidità ma non eccessiva, data dalla preparazione del riso e dalla presenza del Grana Padano usato per mantecare il risotto.

Risotto alla Zucca
Quale Vino per il Risotto alla Zucca?

Risotto alla Zucca: Vini in Abbinamento

Per le caratteristiche della ricetta, il vino in abbinamento dovrà avere una media struttura, profumi percettibili, una bella freschezza e una moderata sapidità. Il risotto alla zucca è un primo piatto dal gusto non così deciso e persistente, succulento ma senza eccessi. Accanto alla sua leggerezza vanno evitati vini tannici e troppo caldi. Un piatto ben bilanciato che si merita un vino dal profilo equilibrato.

Per un Risotto alla Zucca vanno bene spumanti metodo classico affinati a lungo sui lievi, freschi ma anche dotati di struttura e morbidezza, come ad esempio un Franciacorta Brut o un Trento DOC.

Il Franciacorta Millè Brut di Villa Crespia … una valida scelta spumeggiante accanto a un Risotto alla Zucca
Millè Franciacorta Brut – Villa Crespia: una valida scelta spumeggiante accanto a un Risotto alla Zucca

Tra i bianchi la scelta è più ampia. Accanto un risotto alla zucca, può andar bene un Cortese di Gavi, un Lugana DOC, una Malvasia in purezza del Lazio, un Soave, un Trebbiano o un Pecorino d’Abruzzo, giovani e affinati unicamente in acciaio o anche un Fiano campano in purezza, fresco e leggero.

Trebbiano d'Abruzzo Fonte Cupa: Vino per Risotto alla Zucca
Trebbiano d’Abruzzo Fonte Cupa: un ottimo Vino per il Risotto alla Zucca

Tortelli di Zucca  Mantovani: Caratteristiche

Zucca, mostarda, Parmigiano, amaretti … ingredienti particolari per una ricetta tipicamente italiana con la zucca on the top. Un primo di pasta all’uovo profumato e caratterizzato dal succulento gioco di contrasti tra sensazioni dolci e sapide. Una pietanza deliziosamente equilibrata e dal sapore persistente. Sembra complicato trovarle il vino perfetto in abbinamento … in realtà è più semplice di quanto si pensi, basta tener conto di un unico accorgimento … scoprilo continuando la lettura!

Tortelli di Zucca Mantovani
Tortelli di Zucca Mantovani

Tortelli di Zucca Mantovani: Vini in Abbinamento

I Bianchi

In questo speciale abbinamento Vino e Zucca, il vino scelto non deve interferire nella particolare contrapposizione dolce/salato, presente nella ricetta. I nettari più adatti sono bianchi dotati di profumi, struttura e buon tenore alcolico, proprio per sostenere la ricchezza di sapori della pietanza. I migliori per questo abbinamento, oltre a essere dotati di una spiccata aromaticità, devono anche avere una buona morbidezza e una sapidità non eccessiva, per non accentuare il tocco saporito del piatto. Inoltre, devono essere bianchi freschi, senza eccessi, ideali nell’alleggerire il palato dalla grassezza della pasta all’uovo e del ripieno di zucca, dalla forte tendenza dolce. 

Tra i bianchi più adatti, rispondenti a queste caratteristiche, troviamo i bianchi a base di Malvasia di Candia, come quelli prodotti nei Colli Piacentini, i Bianchi dei Colli Mantovani, a base soprattutto di Garganega e Trebbiano Toscano, il Lugana superiore,  i Sauvignon del Collio, gli Chardonnay delle Langhe, il Pecorino della DOC Offida e il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore.

Malvasia Colli Piacentini Baciamano
Malvasia Colli Piacentini Baciamano 2020: da abbinare ai classici tortelli mantovani

I Rossi

C’è chi territorialmente, suggerisce anche un abbinamento con il Lambrusco modenese. Pur essendo una scelta locale, i profumi e il gusto di questo vino vanno un pò a nascondere il tocco pseudo-dolce e l’aromaticità della zucca. I rossi, a cui possiamo aggiungere virtualmente anche la Barbera d’Asti e quelle del Mantovano, diventano una valida scelta quando la salsa a condimento si guarnisce con del formaggio morbido e aromatico, come il Taleggio ad esempio … ma in questo caso non possiamo più parlare di tipici tortelli mantovani.

Gli Orange Wine

Diverso il discorso per i cosiddetti orange wine, ovvero vini ottenuti da uve a bacca bianca vinificate in rosso, attraverso un contatto prolungato con le bucce.

Questi vini, dotati di grande intensità aromatica e spessore gusto – olfattivo, quando non lavorati in legno, hanno quel giusto trio di profumosità, morbidezza  e freschezza che può andare bene accanto a dei classici tortelli alla mantovana. La scelta migliore, in questo caso, ricade su alcuni bianchi della DOC Collio, sulle Malvasie Istriane e le Ribolle del Carso.

Malvasia Istriana - Zidarich
Malvasia Istriana 2018 – Zidarich

I Vini Dolci

Per chi ama provare nuovi accostamenti e rendere più evidente la pseudo dolcezza della zucca nei tortelli mantovani, la scelta può coinvolgere anche alcuni vini dolci, ottenuti magari da uve vendemmiate tardivamente. Non allontanandoci troppo dai natali del piatto, si può scegliere in abbinamento una Malvasia dei Colli Piacentini in vendemmia tardiva, un Moscato Giallo del Trentino, in vendemmia tardiva, un Riesling o anche uno Zibibbo in purezza, sempre ottenuti da uve surmature.

Zibibbo Pacènzia Vendemmia Tardiva - Tenute Orestiadi
Zibibbo Pacènzia Vendemmia Tardiva – Tenute Orestiadi

Scaloppine di Pollo alla Zucca: Caratteristiche

Ecco una ricetta che è un vero inno alla dolcezza della zucca. Nessun contrasto, tanti aromi e tanta tendenza dolce per un secondo semplice da preparare e gustoso da gustare. Il vino in abbinamento non dovrà far altro che valorizzare i profumi della ricetta e vivacizzarne la spiccata tendenza dolce.

Scaloppine di Pollo alla Zucca: Vini in Abbinamento

In questo abbinamento possiamo anche osare con vini più sapidi e meno morbidi, dal momento che la pietanza non presenta particolari durezze. In questo caso, è preferibile scegliere dei vini bianchi, caldi e di buona struttura per accompagnare al meglio la salsa del piatto, dotati di profumi più adatti ad esaltare le caratteristiche di questo piatto a base di zucca e carni bianche. Tra i bianchi migliori per il pollo alla zucca troviamo, ancora una volta, il Gavi, magari scelto in una versione strutturata, il Friulano del Collio, un Sauvignon dei Colli Orientali del Friuli, un Etna Bianco, un Fiano di Avellino, un Coda di Volpe dell’Irpinia, una Vernaccia di San Gimignano, una Malvasia o una Ribolla Gialla del Friuli Venezia Giulia oppure anche una Glera del Carso, in una versione ferma e profumata.

Ribolla Gialla Villa De Puppi: Ottima con il Tortelli Mantovani
Ribolla Gialla 2019 Villa De Puppi: Ottima con il Pollo alla Zucca

Crostata di Zucca: Caratteristiche

Dolcemente cremosa ma senza risultare stucchevole, pastosa e aromatica, grazie alla pasta frolla e al goloso ripieno: ecco servita la crostata di zucca, perfetto dessert autunnale da gustare con un po’ di panna montata una spolverata di zucchero e a velo e cannella … con il vino giusto accanto.

Dolce chiama dolce e, anche per la crostata di zucca, va stappato un vino da dessert, affinchè la dolcezza  profumata non vada perduta.

Vini per Crostata di Zucca
Crostata di Zucca

Crostata di Zucca: Vini in Abbinamento

Accanto a questa crostata serve un vino dolce ma non stucchevole, di medio corpo e tenore alcolico, ricco di acidità e sapidità poiché si troverà di fronte a un dolce cremoso, pastoso e dalla piacevole grassezza, per via del fascino burroso della pasta frolla.

Come già suggerito in questo post, come compagni indimenticabili del gusto di una crostata di zucca sono: l’Albana di Romagna Passita, il Recioto di Gambellara, il Recioto di Soave, il Cannellino di Frascati. Tuttavia, dopo attento studio, devo dire che la lista si va ad ampliare, includendo anche la freschezza del Moscadello di Montalcino, del Moscato Giallo Trentino passito e del particolare Moscato di Strevi.

Se alla crostata di zucca si aggiungono amaretti, gocce ci cioccolata o frutta secca, compagni ideali diventano anche il Ramandolo e il Picolit dei Colli Orientali del Friuli.

Moscadello di Montalcino - Capanna
Moscadello di Montalcino – Capanna: ottimo con una crostata di zucca con panna

Voglia di provare altri gustosi abbinamenti Vino e Zucca? Dai un’occhiata anche ai seguenti articoli:

2 Vini per i Cannelloni Zucca e Ricotta

Il Vino perfetto per il Filetto di Maiale con Zucca e Amaretti

Risotto alla Zucca!
Risotto alla Zucca!

Per Halloween perché non proporre un classico della tradizione gastronomica italiana? Basta aggiungerci il vino giusto per creare una cena da brivido 🙂

Ecco, quindi, che in questo articolo colgo l’occasione per presentarvi due Vini perfetti per il Risotto alla Zucca!

Un piatto profumato ma delicato nel sapore, basta poco per coprire la tipica aromaticità della zucca e snaturarne il sapore.

Tuttavia, bastano pochi accorgimenti per trovare il giusto vino, in grado di esaltare la semplicità di questo conosciutissimo primo piatto.

Pronti  a conoscere questi due Vini perfetti per il Risotto alla Zucca! Eccoli, basta leggere oltre!

… e non si parlerà solo di vini bianchi!

 

Tullum Pecorino Biologico
Tullum Pecorino Biologico

1. Pecorino Biologico Tullum 2017 – Feudo Antico

Quello Biologico proposto da Feudo Antico è un Pecorino con un’aromaticità davvero tipica e piacevolmente intensa: consuete note agrumate ed esotiche di ananas a cui si aggiungono fragranze vegetali aromatiche, appena mentolate, che richiamano l’erba tagliata, il fieno, il timo, la salvia e la menta.

Un corollario di profumi davvero ottimi per esaltare l’aromaticità di un ortaggio come la zucca.

Se già troviamo piacevolezza nel suo bouquet fruttato ed erbaceo, il sorso di questo Pecorino è davvero più penetrante.

Da un Pecorino abruzzese ben fatto ci si aspetta sempre una bella acidità, è così è per il Tullum: appena assaggiato si sente immediatamente l’affilata freschezza a cui si aggiunge anche una lampante sapidità, che chiude l’assaggio su note quasi salate di timo.

Un gran bel pecorino abruzzese, con un bellissimo sorso saporito e quella viva freschezza perfetta per esaltare la netta tendenza dolce della zucca.

Un vino che rende speciale anche la semplicità di un risotto alla zucca … provate e ditemi!

Lo potete trovare online qui, a circa 14 euro.

 

Gavi 2017 - La Scolca
Gavi 2017 – La Scolca

2. Cortese di Gavi 2017 – La Scolca

Un abbinamento classico ma assolutamente delizioso: il Cortese di Gavi della Scolca con un ottimo risotto alla zucca, successo assicurato.

I profumi del Gavi 2017 dell’Azienda La Scolca esaltano alla perfezione quelli della zucca: mela golden, pera abate, un pizzico di scorza di limone e poi tanti fiori selvatici e aromi d’acacia e verbena.

Un Gavi con un gusto dominato da una freschezza vivace che riporta piacevolmente al palato i sentori agrumati.

Il tocco sapido colpisce dopo, lasciano in bocca una piacevole salinità marina e gessosa.

Un abbinamento oserei dire perfetto, dove vino e piatto vanno a braccetto e dove ogni singolo sapore viene percepito nella sua deliziosa e amplificata originalità.

Provatelo e fatemi sapere se anche per voi questa accoppiata è davvero così gustosa!

Potete trovare il Cortese di Gavi 2017 della Scolca qui, a circa 9 Euro.

 

… E se volessi un Rosso per il Risotto alla Zucca?

Con la ricetta classica del risotto alla zucca è sconsigliabile abbinare un vino rosso … specie se volete sentire il sapore della zucca J E’ un piatto in cui troviamo sensazioni evidenti come la tendenza dolce, un po’ di grassezza, la sapidità del parmigiano usato per la mantecatura, una tipica aromaticità e una delicata persistenza gusto olfattiva: caratteristiche che chiamano a gran voce un vino bianco … o, al massimo, un orange wine !

Tuttavia, può bastare una piccola variazione alla classica pietanza per poter assaporare un bel vino rosso in abbinamento alla celebre zucca di Halloween.

Ad esempio, potete servire il Risotto di zucca su una fonduta di Pecorino, Parmigiano o di Taleggio!

Ecco, a una ricetta elaborata così, potete abbinare una gustosa e morbida Barbera d’Alba, un rosso, con la giusta acidità e un tannino elegante e vellutato, soffuso ed equilibrato.

In particolare, con un risotto di zucca su fonduta di Taleggio, sta molto bene la Barbera d’Alba Superiore di Cascina Cucco (la trovate qui all’ottimo prezzo di circa 14 Euro) e, a un risotto di zucca su fonduta di Parmigiano, si accompagna con gusto la Barbera d’Alba 2017 di Matteo Correggia (la trovate qui a circa 11 Euro).

Risotto alla Zucca su Fonduta di Taleggio
Risotto alla Zucca su Fonduta di Taleggio

Due Barbere d’Alba davvero fantastiche, con un equilibrio da urlo, morbide e setose al palato, di guizzante acidità e un’aromaticità bilanciata su note floreali, fruttate e vegetali.

Infine, devo dire che, contrariamente alle aspettative originarie, un bel piatto di risotto alla zucca su fonduta di Taleggio ha trovato, nei miei esperimenti, un ottimo compagno di viaggio nel rosso di Valtellina di ArPePe.

Un rosso intenso nei profumi ma estremamente morbido, fresco e con quell’aromaticità in grado di esaltare il gusto del Taleggio, senza nascondere il gusto e il profumo tipico della zucca. Un abbinamento che mi ha sorpresa.

Potete trovare il Rosso di Valtellina 2016 di ArPePe a questo link, a circa 17 Euro.

Provatelo anche voi e ditemi se vi piace!

 

 

Conoscete altri Vini perfetti per il Risotto alla Zucca

Scegliete il vostro abbinamento … poi fateci sapere cosa avete degustato questo Halloween!

 

Cheers!