Vino per Carne alla Brace Archivi - BWined
Syrah di Cantine Capitani

Il Syrah di Cantine Capitani e gli Abbinamenti Cibo Vino

Per questi ultimi weekend di agosto vi voglio proporre un abbinamento da pranzo all’aperto, gustoso, semplice ed economico: il protagonista di oggi è il Syrah di Cantine Capitani, altra realtà vitivinicola della Tuscia, poco conosciuta, che ci offre vini interessanti con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Con cosa può essere abbinato? Il Syrah di Cantine Capitani si può abbinare facilmente a tante pietanze ma, come si usa dire, “la morte sua” è con una bella lombata di maiale con peperoni.

Curiosi di assaporare più da vicino questo gustoso abbinamento? Continuate a leggere il post!

 

Il Syrah di Cantine Capitani: Colore, Profumi e Gusto

""</a

Questo Syrah, annata 2016, è intensamente rosso, di un bel rubino profondo e lievemente trasparente.

I profumi sono piacevoli e immediatamente percepibili: vi sfido a non riconoscere in questo Syrah, il gustoso profumo di frutti rossi freschi, lampone e ciliegia soprattutto. Niente frutta in confettura, ma solo frutti freschi, croccanti e appena colti come una bella cerasa.

Gli aromi di questo Syrah non si fermano alla frutta.

Ancora prima di lievi accenni floreali di peonia e iris, è dominante la componente speziata che arricchisce il bouquet con sentori chiari di pepe nero e un pizzico di peperoncino.

Chiudono le note tostate di tabacco, di cannella e di liquirizia dolce, percepibili con vigore soprattutto all’assaggio, sensazioni sicuramente regalateci dall’affinamento in rovere.

In bocca è – come c’era da aspettarsi – decisamente fruttato, con chiare sensazioni di lampone e ciliegia. Una beva non così “dolce” come sembrerebbe, dal momento che ogni sorso è ravvivato da una bella acidità, dalle intense note speziate e da quelle tostate che ci accompagnano anche in finale d’assaggio.

Si beve volentieri, si beve facile, un vino rosso che rallegra anche sotto la calura estiva, assolutamente perfetto per … una grigliata, no??

 

Il Syrah di Cantine Capitani: Abbinamenti Cibo Vino

Il Syrah di Cantine Capitani sposa alla perfezione il gusto della carne alla brace: sarà il suo gusto fruttato e speziato, sarà la sua bella acidità, sarà per la sua giusta morbidezza … difficile a dirsi, ma è chiaro che, con questo vino la carne cucinata in questo modo acquista ancora più sapore.

Tuttavia, cercherò di essere precisa: salsicce, lombatine con l’osso e braciole di maiale, con un bel contorno di peperoni, anche in agrodolce, il tutto rigorosamente alla brace, stanno incredibilmente bene insieme a qualche bicchiere di questo Syrah del Lazio.

La croccantezza e il tipico sapore che acquista la carne di maiale e i peperoni cotti in questo modo sono sensazioni che vengono degnamente celebrate da questo rosso, attraverso un’acidità fruttata, non così intensa da portare in bocca sentori amari, ma assolutamente giusta per arricchire di una componente dolce, fruttata e delicatamente acidula il gusto della carne e delle verdure.

Un assaggio che viene prolungato in tutto il suo sapore dalle sensazioni tostate che questo Syrah ci regala.

Un vino poco noto ma davvero eccezionale in questo abbinamento.

Portatelo con voi alla prossima grigliata e gli altri commensali vi giureranno amore eterno.

Cheers!

 

p.s. Potete acquistare il Syrah di Cantine Capitani 2016 qui!

 

Solidago di Papalino

Il Solidago di Papalino: Abbinamenti Cibo Vino

Quando arriva l’estate sembra impossibile continuare a parlare di vini rossi … ma il discorso non è assolutamente valido per lo splendido Solidago di Papalino, azienda agricola situata a Castiglione in Teverina, nel cuore della Tuscia, al confine tra Lazio e Umbria.

Già il nome di questo vino è particolare e racconta una storia, che ha come protagonista una pianta a fiori dorati, comune in Italia e nel Lazio, che si chiama, per l’appunto, Solidago, scelta per caratterizzare con il suo luminoso colore l’etichetta di questo prodotto.

Il Solidago è un rosso realizzato attraverso una sapiente unione di Sangiovese e Violone (Montepulciano), affinato unicamente in acciaio e in bottiglia prima di essere reso disponibile al pubblico.

Un vino che potete bere a tutto pasto e che si abbina con facilità a tantissime gustose pietanze da gustare nella bella e calda stagione estiva.

 

Il Solidago di Papalino: Profumi e SaporiSolidago di Papalino

Il Solidago di Papalino ci regala un colore rubino pieno, intenso, impenetrabile che, con la sua tonalità, suggerisce chiaramente i principali aromi e sapori.

E’ un vino rosso che, nei profumi, ricorda un cestino di ciliegie e frutti di bosco, i boccioli di peonia, le foglie di mentuccia e di eucalipto, un bouquet aromatico piacevole e intenso che si esprime subito, non appena versiamo il vino nel bicchiere.

All’assaggio è fresco, quasi balsamico, con una persistenza che si estende su delle piacevoli note di ciliegia.

Un sorso appagante e non pesante, un tenore alcolico che c’è ma si sente poco, una morbidezza ravvivata da una bella acidità, ancora dopo tre anni dalla vendemmia, e un gusto fresco, fruttato, con una leggerissima speziatura dolce che invita a nuovi assaggi.

 

Il Solidago di Papalino: Abbinamenti Cibo Vino

Il Solidago di Papalino è un vino che accompagna con grande disinvoltura tantissime pietanze a base di carni rosse, preparate attraverso cotture semplici e veloci (griglia, brace, in padella) e, magari, arricchite da un contorno profumato di verdure e formaggi, vista l’intensità del suo bouquet aromatico.

Perché non carni bianche? Le carni rosse si sposano meglio con il Solidago per i suoi bei profumi e sapori di frutta rossa e sottobosco che, in generale, ben si adattano ad accompagnare il gusto di questa tipologia di carni.

Scegliete una bella braciola, un filetto di maiale alle mele, un filetto di manzo ai funghi, un filetto di manzo al tartufo, una salsiccia alla brace con patate e rosmarino e, per me l’accoppiata vincente, una bella tagliata di manzo con aceto balsamico: l’abbinamento risulterà davvero gustoso.

I profumi e il gusto fresco, intenso, fruttato ed erbaceo del Solidago esaltano il gusto della carne e l’aromaticità spiccata del balsamico, avvolgendo ogni boccone con la giusta morbidezza.

Per chi invece non ha propria voglia di carne … sorpresa! Il Solidago di Papalino sta benissimo anche solo in abbinamento a formaggi di media stagionatura, come un Pecorino di Picinisco DOP, ed è ottimo pure con una bella scamorza affumicata fatta alla griglia, accompagnata a delle zucchine, dei funghi alla brace o del gustoso e profumato tartufo nero estivo.

 

E con questi gustosi abbinamenti vi auguro uno splendido weekend! Sempre cheers!

 

Il Vino giusto per la tua Grigliata? Il Vitiano Rosso di Falesco

Torniamo a parlare dei miei vini preferiti a Km zero … perché non bisogna sempre cercare lontano per trovare un buon vino!

Oggi vi presento un altro vino prodotto al confine con il Lazio e più precisamente nelle colline di Montecchio, in Umbria: il Vitiano rosso di Falesco, annata 2013.

Un prodotto con una storia di successo alle spalle, lunga più o meno 20 anni: un vino che piace e di cui non si può che parlare bene.

Avevo già iniziato a parlarvi di altri vini prodotti nello stesso particolare territorio, tra il Lazio e l’Umbria, definendoli come “versatili” e “ben spendibili”, come nel caso del prodotto descritto e abbinato qui.

Ebbene il Vitiano rosso dell’Azienda Falesco rientra proprio in questa categoria per due motivi fondamentali: la grande bevibilità e l’ottimo rapporto qualità prezzo.

Vitiano Rosso - Falesco
Vitiano Rosso – Falesco

Con la sua giovinezza, piacevole freschezza e gusto avvolgente è un vino che si presta a una cucina fatta di preparazioni gustose e semplici, quella cucina che ognuno di noi segue nel quotidiano.

Di certo non si prepara e si mangia ogni giorno un brasato di manzo oppure un ragù di cinghiale.

 

Il Vitiano Rosso di Falesco e la Cucina di Tutti i Giorni

Nelle pietanze di ogni giorno ma anche in quelle occasioni conviviali in cui si invitano amici e si deve cucinare per tanti, si scelgono generalmente piatti in grado di accontentare tutti e soprattutto veloci e poco complicati da preparare.

Ecco quindi che in queste situazioni ci viene in aiuto proprio il Vitiano rosso, nato da un blend di uve Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese, coltivate in quelle colline tufacee e soleggiate al confine tra Lazio e Umbria.

Un vino rosso con un profumo immediato e perfettamente riconoscibile, fruttato e floreale, che richiama alla mente i lamponi e le peonie, con delle leggere note speziate di pepe e vaniglia.

All’assaggio è sicuramente un vino equilibrato e, cosa fondamentale, morbido: un vino che soprattutto per questa sua caratteristica ha enormi potenzialità in termini di abbinamento.

Spesso, parlando di vino rosso, ci vengono in mente tutti quei vini robusti, ricchi in alcool, tannici e che quindi possono sembrarci pesanti e molto poco adatti a essere aperti e gustati insieme ad un semplice petto di pollo.

Tuttavia, come già avrete capito, esistono diversi vini rossi – e il Vitiano è tra questi – in grado di sposare anche una cucina rapida e non troppo elaborata.

Ovviamente siamo sempre di fronte ad un vino rosso dotato di una buona struttura e di una buona persistenza – evitiamo quindi di abbinarlo con dei semplici stuzzichini da antipasto – e la sua particolare morbidezza ed equilibrio tra le componenti dure lo rendono un compagno perfetto per delle carni cotte alla brace.

 

Il Vitiano Rosso di Falesco e la Carne alla Brace

Finora mi sono trovata a parlare spesso di ottimi vini rossi adatti ad accompagnare carni stufate, brasate, al forno, ecc., tutte preparazioni culinarie caratterizzate da lunghe cotture e dalla presenza di salse e liquidi.

La carne cotta alla brace non rientra in questa categoria e rappresenta un tipo di preparazione che comporta all’assaggio alcuni elementi di durezza: come la leggera tendenza amarognola dovuta alla caramellizzazione in superficie dei succhi naturali della carne durante la cottura (la cosiddetta reazione di Maillard).

Cottura alla Griglia
Cottura alla Griglia

Una cottura breve come quella alla brace, insieme alla particolare tendenza amarognola, mal si accompagna a dei vini rossi strutturati e tannici: in questo caso abbiamo bisogno di un vino rosso di grande morbidezza, meno corposo e con tannini meno incisivi.

Si, il Vitiano Rosso di Falesco, dà il suo meglio in accompagnamento a quelle pietanze che presentano come protagonista la carne alla brace; detto così però non suona poi un vino così versatile!

E se vi dicessi che potenzialmente si sposa benissimo con ogni tipo di carne cucinata alla brace o magari ai ferri con un contorno di verdure e patate?

Ecco allora che il Vitiano appare magicamente su quella tavola intorno alla quale ci sediamo tutti i giorni, meglio se in compagnia 😉

Carne alla griglia con contorno di verdure
Carne alla griglia con contorno di verdure

Personalmente ho provato il Vitiano durante diverse grigliate tra amici e devo dire che ha sempre riscosso un grande successo specialmente in abbinamento alla più classica bistecca di manzo, cotta al punto giusto, tenera e succosa.

Tuttavia è stato più che piacevolmente bevuto anche insieme a delle braciole di maiale, a delle salsicce, a degli arrosticini e a delle cosce di pollo alla brace.

Spiedini alla Brace ... perchè no?
Spiedini alla Brace … perchè no?

 

Un successo reso ancora più vincente dal prezzo d’acquisto, circa 7 Euro, e dall’incredibile diffusione del prodotto: potete facilmente acquistare il Vitiano rosso di Falesco in enoteche e supermercati.

 

Direi che oggi vi ho presentato un compagno di festa ideale soprattutto ora che ci avviciniamo alla bella stagione e alla magnifiche feste all’aperto.

Enjoy!