Vini per agnello Archivi - BWined
Vini per Pasqua

10 + 1 Vini per Pasqua

Pasqua in Rosso? Ma anche in bianco, rosato e in veste spumeggiante! Con i giusti Vini in Tavola torna il buonumore. Complice anche la Primavera e le golosità primaverili, i Vini per Pasqua riescono davvero a creare un’atmosfera di festa.

Gusto al giusto prezzo, un leit-motiv che sempre mi guida, anche per questa occasione, a suggerire i nettari da provare con le numerose ricette e gli ingredienti più amati delle prossime feste.

Un articolo che promette profumi e sapori a volontà … scopri di seguito i Vini per Pasqua 2021 scelti da BWined, sono 10 +1, tutti da sperimentare.

Vino per Antipasto di Salumi - Melarosa Cantine Due Palme
San Daniele, strolghino, spianata romana, mortadella, coppiette e pecorino hanno in comune un amico … il Melarosa

Uno Spumante per gli Antipasti a base di Salumi

Ottimo prezzo, ottimo gusto, facilità di abbinamento davvero a massimi livelli: così è lo Spumante Rosé Extra Dry Melarosa, di Cantine Due Palme.

Quelle del Melarosa sono bollicine fantastiche anche per colazione, squisito complemento di un classico casatiello accompagnato da saporire fette di corallina.

Un Metodo Martinotti che mette allegria non solo con il suo gusto succoso, dai ricordi di fragole ed erbe, ma anche con il vivido colore e il nome gioviale.

Per gli antipasti pasquali a base di salumi freschi, non dimenticare di provare il fascino cremoso del Melarosa, fantastico anche con dei semplici assaggi di pecorino fresco con confettura di fragole e balsamico.

Lo puoi trovare facilmente online, qui ad esempio, a circa 8 Euro.

Melarosa Extra Dry Cantine Due Palme
Melarosa Extra Dry Cantine Due Palme

Un Vino per le Uova Ripiene

Un appetizer quasi sempre presente nelle festività pasquali: simbolicamente gustoso. Le uova ripiene, dal sapore intenso e dalla stuzzicante grassezza sono molto più buone e leggere se accompagnate dal fascino rinfrescante e profumoso della Falanghina Diana di Ocone. Un bianco dalla spiccata acidità … ma senza eccessi, ben equilibrata in un gusto succoso e setoso, dalla piacevole persistenza fruttata, con ricordi di mele e albicocche.

Puoi trovare questa Falanghina qui, a circa 9 Euro.

Falanghina Diana di Ocone - ottima con le uova ripiene
Falanghina Diana di Ocone 2019 – ottima con le uova ripiene

I Vini per Pasqua: Due Opzioni per gli Antipasti e i Primi a base di Carciofi

Che tu li ami fritti alla romana, usati in una bella omelette, come ripieno di una pasta o anche solo come contorno di pesci e calamari, con questi due vini vai davvero sul sicuro.

La Falanghina del Sannio Vigna del Monaco di Ocone è ottima con un vegetariano flan di carciofi, con dei ravioli ripieni e conditi di carciofi saltati o anche solo con una torta rustica, ripiena di ricotta di pecora e questo fantastico ortaggio, tagliato a fette.

Un bianco morbido, ben bilanciato tra freschezza e sapidità, intensamente profumato, con sensazioni di frutta esotica ed erbe aromatiche. Buono da solo e ancora più avvincente accanto alle pietanze con sua maestà il carciofo!

La trovi online qui, a circa 10 Euro.

Falanghina Vigna del Monaco 2019 – per le tue ricette vegetariane a base di carciofi

Anche con lo Chardonnay di Masùt da Rive non sbagli. Con quel suo carattere morbido e fragrante, dalle lievi sfumature agrumate e di frutta estiva, riesce bene a esaltare i profumi e lo spiccato sapore dei carciofi, senza fastidiose note amare. Molto buono con una parmigiana di carciofi, con delle lasagne ai carciofi o anche con una pasta ripiena di orata e condita con una salsa di erbe e carciofi croccanti.

Lo trovi qui, a circa 14 Euro.

I Vini per Pasqua: Due Opzioni per le costolette d’agnello panate e fritte.

Quest’anno, accanto alla bontà delle costolette d’agnello fritte e panate c’è  il furore Rosso di Marisa Cuomo. Un blend, di uve Piedirosso e Aglianico, intenso ma dal tocco carezzevole e, soprattutto, ritmato da un fantastico duetto di acidità e mineralità. A completare questo gustosissimo abbinamento, ci pensano i profumi del Furore Rosso, vero tripudio di note fruttate boschive, di erbe aromatiche e sottili accenni speziati, di pepe nero e liquirizia. Un match sorprendentemente buono, per una Pasqua super saporita.

Puoi trovare il Furore Rosso 2019 qui, a circa 17 Euro.

Altrimenti, se ti va di scoprire un rosso che è una vera chicca di gusto, sapidità e persistenza succosa, prova il Cesanese di Alberto Giacobbe, un monovarietale del Lazio che incanta per profumi e sapore. Anche in questo rosso troverai freschezza e saporosità, sostenute da una struttura morbida e calda al punto giusto, dai tannini delicati e dalla persistenza setosa, con richiami erbacei e fruttati.

Puoi trovare questo Cesanese in purezza qui, a circa 12 Euro.

Due ottimi vini per le costolette d'agnello
Due ottimi vini per le costolette d’agnello

Un Vino per l’Arrosto di Manzo con Patate e Carciofi

Ecco un’ottima alternativa mangereccia all’agnello, un secondo che, accompagnato dalle giuste verdure di stagione, sa davvero il fatto suo. Per questo arrosto è perfetto l’accompagnamento del Cabernet Sauvignon Friulano prodotto da Castelvecchio.

Un rosso che sprigiona profumi di prugne, frutti di bosco e ciliegie, intense note erbacee e più delicate sfumature floreali e speziate. All’assaggio si rivela strutturato, dal gusto pieno e caldo, solcato da tannini decisi ma ben amalgamati, sorretto da una buona freschezza e siglato da una lunga persistenza, con richiami ai frutti rossi, alle erbe e alle spezie.

Non gli manca proprio nulla per piacere … solo un buon arrosto di manzo con patate e carciofi!

Come ciliegina sulla torta, ti dico che questo Cabernet Sauvignon è perfetto anche per gli irriducibili delle grigliate pasquali, da immaginare con degli spiedini misti, con delle succulente braciole, con delle bruschette funghi e salsiccia, con dei tomini filanti allo speck e con un bel pollo alla diavola.

Lo trovi online a questo link, a circa 10 Euro.

Cabernet Sauvignon Castelvecchio, un ottimo vino per l'arrosto di manzo con patate e carciofi
Cabernet Sauvignon 2018 di Castelvecchio, un ottimo vino per l’arrosto di manzo con patate e carciofi

Un Vino per il Coniglio con Asparagi

Nelle occasioni festive primaverili non possono certo mancare i profumatissimi asparagi!

Usati come contorno saporito di un classico coniglio arrosto donano aromi e profondità alla ricetta che, così, acquista una sfiziosa persistenza. Come migliorarla? Ci pensa la Malvasia Feudi di Romans con il suo squisito carattere sapido. Una mineralità manifesta anche nei profumi, ricchi di note di fiori primaverili e di frutta estiva, con chiari refoli salini a ricordare il mare. Un carattere ben definito che rende ancora più avvincente ogni boccone di questo secondo festivo.

Puoi trovare questa gustosa Malvasia friulana in purezza qui, a circa 10 Euro.

Malvasia Feudi di Romans, un ottimo vino per il coniglio agli asparagi
Malvasia Feudi di Romans 2019, un ottimo vino per il coniglio agli asparagi

Un Vino per la Frittura di Pesce

Per chi non ama la carne, perché non festeggiare con una bella frittura mista, come quella alla veneziana, dove molluschi, crostacei,  pesci di ogni tipo diventano magnificamente croccanti.

A una frittura così puoi abbinare tante cose, dai pure un’occhiata qui. Per questa volta, ti suggerisco le bollicine dell’Issa Brut, un Metodo Charmat del Lazio piacevolissimo che con le fritture miste, di calamari, gamberi e verdure, se la cava davvero bene. Fritto + Issa è un binomio d’irresistibile piacevolezza e, inaspettatamente, anche di leggerezza. Questo grazie al gusto e ai profumi fruttati e agrumati dello spumante che, dulcis in findus, regala una lunga scia saporita.

D’altronde si sa, il vitigno Bellone non tradisce mai con i frutti del mare.

Puoi trovare l’Issa 2018 qui, a circa 10 Euro.

L'Issa Brut, ottimo vino per fritture di pesce. crostacei, molluschi e verdure
L’Issa Brut, ottimo vino per fritture di pesce. crostacei, molluschi e verdure

Vini per Pasqua: i Dolci

Un Vino per la Cheesecake alle fragole

Le fragole sono regine della Primavera. Per chi è stanco dei soliti dolci pasquali e desidera il tocco fresco e delicatamente acidulo delle fragole, ecco un vino dolce perfetto per esaltare questo magnifico frutto rosso.

Il Brachetto d’Acqui La Gironda già di per sé profuma di fragole. Abbinandolo con una panna cotta, un semifreddo o una cheesecake alle fragole, si  verifica davvero un’esplosione fragolosa in bocca. Inutile dire che si tratta di un’esperienza golosa e irrinunciabile. Un Brachetto che si conferma un vino da dessert leggero e intensamente aromatico, perfetto per chi non ama i dolci troppo dolci ma la fresca morbidezza della frutta. Solo 5 gradi di piacere fragoloso.

Puoi trovare questo succoso Brachetto qui, a circa 10 Euro.

Brachetto d'Acqui La Gironda
Brachetto d’Acqui 2020 La Gironda

E per la colomba?

Questa volta la mia scelta ricade su un passito e muffato friulano: il Noans di La Tunella.

Introdotto da un’accattivante tonalità dorata, rivela intensi profumi di scorza di cedro candita, di pesche sciroppate, di croccante alle mandorle, di caramello salato e miele millefiori. Un quadro olfattivo che conquista, proprio grazie a quella sua dualità tra note succose e fresche e sensazioni dolci e croccanti.

Una personalità che trova conferma all’assaggio. Ogni sorso di questo passito è ricco di sapore e morbidezza, caldo e avvolgente ma impreziosito da una speciale freschezza che lo rende piacevole e mai stucchevole.

Una scoperta degnamente conclusa da una lunghissima persistenza che richiama il miele, la frutta candita e sciroppata e le mandorle glassate.

Ottimo con i tipici dolci Pasquali e – senti senti – anche per la ricca Pastiera.

Lo puoi scovare online qui, a circa 20 Euro.

Passito Noans La Tunella
Passito Noans La Tunella

E tu? Cosa hai in mente di stappare? Racconta nei commenti i tuoi Vini per Pasqua!

I Vini per una Pasqua Gourmet

I Vini per una Pasqua Gourmet

Dagli antipasti ai dolci, passando a degli sfiziosi e  alternativi secondi, a base di carne o di formaggi, è sempre possibile scegliere il vino adatto per gusto, armonia d’abbinamento e prezzo … anche in questi strani frangenti!
Scoprite qui le scelte vinose di Bwined per una Pasqua all’insegna della bontà, gourmet nei sapori e leggera nei costi.

Finger food asparagi e uova, ottimi con il Prosecco Extra Dry dei Fratelli Bortolin
Finger Food Asparagi e Uova

I Vini per una Pasqua Gourmet – Sfiziose Bollicine per degli Antipasti con protagonisti gli Asparagi

Lo spumante ideale per un gustoso antipasto con uova e asparagi è il Prosecco Extra Dry dei Fratelli Bortolin. Con quel suo gusto di frutta croccante, la freschezza equilibrata e il perlage spumoso e setoso è la scelta perfetta per valorizzare i profumi di questo finger food dalla tendenza dolce, conferendogli delle vivaci nuance agrumate.
Bollicine piacevoli che vanno via a una velocità Incredibile. Per fortuna che si possono trovare online a circa 10 euro, come qui, ad esempio.
Assaporato tante volte e in numerose occasioni, si sposa bene anche a degli assaggi di pizza bianca e mortadella o di pizza bianca con patate e mozzarella, con dei bocconcini fritti di pollo, con dei crostini con vongole e asparagi, con un riso saltato con piselli e guanciale croccante i con degli involtini di sfoglia con ricotta e asparagi.

Prosecco Valdobbiadene Extra Dry Fratelli Bortolin, ottimo con gli antipasti di asparagi
Prosecco Extra Dry – Fratelli Bortolin

I Vini per una Pasqua Gourmet – Due Bianchi per dei Primi Piatti con Protagonisti Carciofi e Asparagi

Il Berg 2018 di Colterenzio e le Lasagne agli Asparagi

Il Berg di Colterenzio per le Lasagne agli asparagi
Berg 2018 – Colterenzio


Per un gustoso primo piatto, come le lasagne agli asparagi, un ottimo accompagnamento è rappresentato dal Berg di Colterenzio, un Pinot Bianco profumato e dal gusto caldo, morbido ed equilibrato. Con i suoi aromi croccanti che ti fanno pensare proprio alle mele dell’alto Adige, è un vino che riesce bene ad esaltare il gusti naturale e particolare degli asparagi, specie se impiegati sono aromatico complemento di una ricca pasta.
Lo trovi qui, a circa 12 Euro.

Il Fiano del Sannio 2019 di Fattoria La Rivolta e il Risotto ai Carciofi

Fiano del Sannio Fattoria La Rivolta ottimo con  il risotto ai carciofi
Fiano Sannio 2019 – Fattoria La Rivolta


Se invece preferite gustare il sapore dei carciofi di stagione, magari declinati in un gustoso risotto, abbinategli l’ottimo ed economico Fiano del Sannio della Fattoria La Rivolta. Non lasciatevi ingannare dal piccolo prezzo, perchè si tratta di un bianco tipico e gustoso, dotato di freschezza e mineralità: doti che qui si esprimono con vigore ma in equilibrio. Un Fiano che piace per i suoi vivaci profumi e per la sua persistenza setosa, piena e leggermente agrumata, che esalta il sapore dei carciofi mettendone a nanna gli amari eccessi.

Lo puoi trovare online qui, a circa 9 Euro.

I Vini per una Pasqua Gourmet – I Rossi ideali per le Ricette con Protagonista l’Agnello

Il Montepulciano Rubesto 2016 di Cantina Frentana e l’Agnello con Piselli e Patate.

Rubesto Montepulciano Ottimo con l'Agnello al Forno
Rubesto 2016 – Cantina Frentana

Con un rapporto qualità prezzo, tanto ottimo quanto il suo gusto, il Montepulciano d’Abruzzo Rubesto, prodotto dalla Cantina Frentana, è una scelta ottima nell’accompagnare la tipicità di un piatto di un cosciotto d’agnello al forno con patate e piselli. Grazie ai suoi profumi freschi e fruttati, con delicate note floreali e speziate, e un gusto morbido, dall’equilibrata persistenza fresco-sapida, è un vino che riesce bene a insaporire la tendenza dolce dell’agnello e delle verdure, senza coprirne la tipica saporosità, regalandogli anche leggere note di prugne e liquirizia. Un Montepulciano d’Abruzzo Riserva squisito e armonioso che potete trovare online a soli 6,50 Euro.

Il Falcotto 2015 di Fontezoppa: la Vernaccia che sa bene come ingolosire le Cotolette d’Agnello


Agli amanti delle classiche cotolette d’agnello panate, da mangiare con le dita, non può sfuggire il carattere boschivo e speziato, ma soprattutto salino, del Falcotto di Fontezoppa. Una Vernaccia di Serrapetrona, secca e deliziosamente minerale, perfetta per insaporire il gusto della carne d’agnello, sgrassando, al contempo, la pesantezza della frittura.
La potete trovare online, qui ad esempio, a circa 9 euro.

Il Falcotto di Fontezoppa ottimo con le costolette d'agnello fritte
Falcotto 2015 di Fontezoppa

I Vini per una Pasqua Gourmet – Grandi Rossi (anche) da Formaggi


Per tutti coloro che non amano la carne, i seguenti vini rossi sono ottimi anche con degli assaggi di formaggi saporiti e stagionati.

Il Taurasi 2014 di feudi di San Gregorio: Agnello e Formaggi!

Taurasi 2014 Feudi di San Gregorio ottimo con un carrè d'agnello alle prugne e tagliere con pecorini di fossa
Taurasi 2014 – Feudi di San Gregorio


Il Taurasi dei Feudi di San Gregorio e un vino dalla bontà innegabile, espressione tipica e golosa di fantastiche uve d’Aglianico.
Un rosso che profuma intensamente di more e ciliegie sotto spirito, di foglie d’alloro e menta, di spezie dolci e piccanti, con uno sfizioso tocco tostato di chicchi di caffè e tabacco da pipa. Succulenti sensazioni che riscopriamo a ogni sorso, dove questo Taurasi ci conquista con una ricca mineralità e una persistenza balsamica e delicatamente piccante, con ricordi di pepe e cannella. Perfetto con un Carrè d’agnello alle prugne così come con un tagliere con assaggi di pecorini di fossa. Lo trovi online, come qui ad esempio, a circa 18 Euro.

Il Burdese 2015 di Planeta – Ottimo con l’Anatra e i Formaggi saporiti

Burdese Planeta ottimo con l'Anatra in Agrodolce e formaggi saporiti e stagionati, come il Provolone del Monaco
Burdese 2015 – Planeta


Per chi preferisce il fascino della raffinata anatra per celebrare questo particolare momento festivo, il Burdese di Planeta è una scelta davvero perfetta. Un vino che sposa benissimo il gusto delle carni in agrodolce. Un rosso, a base di uve  di Cabernet Sauvignon e Franc, nate sotto il sole delle siciliane colline di Menfi, che sprigiona intensi profumi di macchia mediterranea e appetitose sensazioni speziate.
Con il suo gusto morbido e pieno, dai tannini finissimi e dalla persistenza vellutata, è il compagno vinoso ideale per un bel petto d’anatra in agrodolce o per dei golosi assaggi di Provolone con una chutney di pere e cannella o di Casolet con composta di ciliegie. Lo puoi reperire online, a questo link, al costo di 18 Euro.



I Vini per una Pasqua Gourmet: Delizie Enoiche da Dessert

Le Cinque Pietre 2017 di Telaro: una sfiziosa vendemmia tardiva accanto a una squisita Pastiera

Falanghina Passita le 5 Pietre di Telaro, ottima con la Pastiera
Le Cinque Pietre – Telaro


Ecco una squisita versione passita di Falanghina campana. Le Cinque Pietre di Telaro è un vino dolce dal gusto ricco ma sempre piacevolmente fresco. Un passito forte di un’aromaticità eterogenea, che avvolge con sensazioni di agrumi canditi, croccante alle mandorle, miele millefiori, zucchero filato, fichi secchi e sfumature speziate di pepe bianco e zafferano. Un passito morbido ed equilibrato che lascia in bocca un’emozionante sensazione vellutata e avvolgente, con ricordi di scorza di limone, frutta secca e nuance speziate.
Un compagno perfetto per la squisita e tipica ricchezza di una classica pastiera. Puoi trovare Le Cinque Pietre qui, a circa 15 Euro.

Una golosa Malvasia per impreziosire di sapore la classica Colomba

Malvasia Passita Balanubi di Nicosia, ottima con la Colomba


Non dimentichiamo la morbida bontà della colomba. Un dolce tipico di cui molti farebbero anche a meno ma che, nella sua armoniosa semplicità, può diventare una vera bomba di sapore, specie se in compagnia della Malvasia Balanubi Fondo Filara di Nicosia.
Una vendemmia tardiva che sprigiona intensi profumi di albicocche secche e caramella d’orzo. Ben dosata in dolcezza, regala una persistenza fruttata, vivacizzata da piacevole freschezza e da una gustosa sensazione di caramella mou. Una Malvasia dolce che si abbina con gusto anche ad altri dolci, tipici del periodo: come la carrot cake, il semifreddo di colomba e i classici biscotti di Pasqua alle mandorle.

Grande rapporto qualità prezzo per un vino da dessert che puoi trovare facilmente qui, a circa 10 Euro.

Che cosa ne dici? Pensi di aver trovato i tuoi Vini per una Pasqua Gourmet?

Raccontaceli, commentando l’articolo!

Cheers!

Se hai bisogno di qualche altre idea … dai un’occhiata ai seguenti articoli:



La Tintilia del Molise di Di Majo Norante: un Ottimo Vino per la Pasta alla Silana

Un Ottimo Vino per la Pasta alla Silana

Un rosso succoso e squisito e un primo saporito, succulento e facile da preparare: che cosa si può desiderare di più? Se ti dico che l’ottimo Vino per la Pasta alla Silana, protagonista di questo post, è anche piuttosto conveniente in termini di prezzo? Un vero jackpot di gusto!

Curioso di scoprire la personalità di un rosso molisano, già premiato, nell’annata 2016, con ben 3 bicchieri del Gambero Rosso?

Allora, seguimi in questo viaggio ad alto tasso di golosità …

La Tintilia del Molise di Di Majo Norante – Colore, Profumi e Gusto

Se ti piace gustare la vera essenza di un’uva particolare, trasformata in ottimo vino, la Tintilia 2016, firmata da Di Majo Norante, saprà raccontarti, con genuinità e tanto sapore, il carattere più autentico di questo vitigno autoctono.

Un rosso dalla netta tonalità rubina, carico di ricordi di fiori di violetta e geranio, ammorbidito da dolci nuance di lamponi e more fresche. Una personalità profumosa sicuramente variegata, che amplifica il suo fascino grazie a potenti note di caffè e di bacche di ginepro.

Un vino dall’assaggio pieno e intenso, dalla tessitura tannica decisa, appena ingentilita da una struttura piacevolmente vellutata. Ricca acidità e una  netta mineralità, che richiama la terra e il sottobosco, completano un profilo gusto-olfattivo che rende questa Tintilia ancora più gustosa e beverina, nonostante la ben delineata tannicità.

La Tintilia del Molise di Di Majo Norante: un Ottimo Vino per la Pasta alla Silana
Tintilia del Molise 2016 – Di Majo Norante

La Tintilia del Molise di Di Majo Norante: un Ottimo Vino per la Pasta alla Silana

Un vino dal carattere deciso che, anche con tutta la forza dei suoi sapori, dimostra grande adattabilità quando si arriva ad abbinarlo con il cibo.

In compagnia delle “giuste” pietanze, questa golosa Tintilia rivela ancora di più tutta la sua accattivante bontà. Un rosso che, grazie all’intensità dei suoi tannini e al caldo, morbido, abbraccio, sa bene come sposare il gusto di piatti davvero succulenti.

La Tintilia del Molise 2016, della Cantina Di Majo Norante, è ottima in abbinamento ad arrosti di carne, magari guarniti con funghi e spezie, anche piccanti. Un rosso che fa un figurone accanto a un arrosto lardellato, al rosmarino, o con un cosciotto d’agnello al forno, con finocchietto selvatico. Allo stesso tempo, è un vino che, complica la sua vivace freschezza e l’invitante sapidità, si presta bene ad accompagnare anche molti primi di pasta, ricchi di profumi e di sapori intensi e persistenti: com’è proprio una Pasta alla Silana.

Caciocavallo silano, salsiccia, funghi porcini, una saporita e piccante salsa al pomodoro … ingredienti che condiscono di piacere una pasta fresca fatta in casa o dei classici rigatoni che, grazie alla personalità di questo particolare vino rosso, vengono esaltati nel gusto e negli aromi, creando così un specialità, sempre classica e tradizionale, ma ancora più buona.

In questo abbinamento, la piccantezza e la decisa sapidità, insita nella ricetta della Pasta alla Silana, non viene accentuata, solo resa più invitante e persistente attraverso ogni assaggio di questa Tintilia. Un boccone e un sorso che si completano, lasciando in bocca un delizioso mix di sensazioni succose e speziate, morbidamente saporite.

Il gusto sfizioso del caciocavallo rimane a lungo impresso, senza virare verso note amare e metalliche, la sugosità della pasta viene delicatamente asciugata dai tannini del vino, la saporosità della salsiccia risulta ingentilita dalla morbidezza di questo rosso e, come tocco di delizia in più, i profumi e la mineralità di terra e bosco, propri del carattere di questa Tintilia, esaltano la presenza aromatica dei funghi, degli ortaggi e delle spezie.

Un abbinamento cibo vino semplice da realizzare e indimenticabilmente gustoso!

Se vi è venuta voglia di provare la golosità di questo Ottimo Vino per la Pasta alla Silana, potete trovarlo facilmente online, come qui ad esempio, a circa 10 Euro.

Cheers!

p.s. Sembra che l’annata 2016 di questa Tintilia sia andata a ruba … tuttavia anche il vintage 2017, di più facile reperibilità, ha saputo dimostrare un livello di deliziosità quasi identico a quello dell’annata precedente, sia in abbinamento a una pasta alla Silana sia con un filetto di maiale al lardo di colonnata e pepe rosa.

Tre vini per il Pranzo di Pasqua

Visto che siamo sempre più vicini alla Pasqua un po’ di preparazione non guasta, specie se ci stiamo organizzando per il pranzo di domenica.

Non vorremmo certo dimenticare i vini!

Purtroppo ( o forse no) ormai per me è un’abitudine, appena sento nominare una pietanza, immaginare subito quale vino potrebbe accompagnarla adeguatamente.

Quindi vorrei presentarvi tre vini che, a mio giudizio, potrebbero essere degli ottimi protagonisti della tavola pasquale.

Si tratta di tre vini rossi adatti ad accompagnare dei secondi di carne di tipologia diversa in base a quello che ognuno di noi desidera preparare per Pasqua.

 

Abbinamento con l’Agnello: il Montepulciano d’Abruzzo Vigneto Sant’Eusanio

Ovviamente, essendo Pasqua, moltissimi si accingeranno a preparare il tradizionale agnello, cucinato e declinato secondo ricette diverse.

Che sia un cosciotto o un carrè condito con verdure o accompagnato a delle patate, il Montepulciano D’Abruzzo, Vigneto Sant’Eusanio, del 2011, dell’azienda Valle Reale (al momento il sito dell’azienda è in costruzione, ), costituisce senz’altro un buon compagno per questa pietanza.

Montepulciano Valle Reale, Vigneto Sant'Eusanio
Montepulciano Valle Reale, Vigneto Sant’Eusanio

Il Montepulciano d’Abruzzo Vigneto Sant’Eusanio è un vino dalle decise note fruttate di lamponi e more, con note vegetali balsamiche che contribuiscono ad accrescerne la persistenza all’assaggio. L’affinamento in legno di questo vino fa emergere al gusto anche una gradevole speziatura, con sentori di liquirizia e una leggera tendenza amarognola.

Le caratteristiche del vino all’assaggio contribuiscono ad accrescere il gusto particolare della carne d’agnello, mitigandone la tendenza dolce attraverso la buona acidità di questo Montepulciano e la sua speziatura, dalle note amaricanti.

Il Montepulciano in questione si può reperire in molte enoteche, da Eataly e ovviamente online, a un prezzo di circa 9 Euro.

Su questo abbinamento gioca anche il fattore tradizione. In Abruzzo è proprio il Montepulciano, vitigno autoctono, che si presta alla produzione di vini adatti alla carne di agnello e di capretto: abbinamenti consolidati che generalmente danno i loto buoni frutti. Un argomento e un tipo di abbinamento che cercherò al più presto di approfondire.

 

Abbinamento con la Faraona: l’Aglianico del Taburno della Fattoria La Rivolta

Aglianico del Taburno - Fattoria La Rivolta
Aglianico del Taburno – Fattoria La Rivolta

Ovviamente non tutti sceglieranno di preparare un secondo a base di carne d’agnello … magari sceglieranno una carne ugualmente nobile ma magari di tipologia diversa.

Una buona idea per il secondo di Pasqua potrebbe contemplare la faraona.

Una faraona arrosto con glassatura alle mele e farcita con del prosciutto cotto rappresenta sicuramente un’alternativa facile e gustosa all’agnello.

Per una pietanza di questa tipologia mi sento di suggerire l’Aglianico del Taburno 2011 della Fattoria La Rivolta che ho recentemente provato proprio con la pietanza sopra citata.

Al naso emergono profumi fruttati di lampone e ribes, decise note speziate di pepe e liquirizia e per finire si sente una nota vegetale di menta.

Faraona alle mele e cotto
Faraona alle mele e cotto

All’assaggio la parte fruttata di sente meno e sono soprattutto le spezie a farla da padrona, riuscendo ad esaltare i sapori delicati della carne della faraona.

Il retro dell'etichetta dell'Aglianico del Taburno
Il retro dell’etichetta dell’Aglianico del Taburno

In questo abbinamento è fondamentale la salsa di accompagnamento e la farcitura: la carne di faraona è magra e in una cottura prolungata al forno tende a seccarsi. Il vino, per accompagnare in modo appropriato una carne così cucinata, ha bisogno di una buona untuosità, affinchè i tannini risultino morbidi, e necessità di una maggiore tendenza dolce data la presenza, nel vino, di buona freschezza (leggasi sempre acidità).

L’aglianico del Taburno della Fattoria La Rivolta si può trovare facilmente da Eataly e in enoteche ben fornite, ma è facilmente reperibile anche online: ad esempio è acquistabile direttamente sull’e-shop dell’azienda a questo link, al prezzo di 10,90 Euro.

 

Multi – abbinamento: la Cenerentola di Cinelli Colombini

Infine un ultimo abbinamento, quello che preferisco, con uno dei vini che più ho amato in questi ultimi due anni d’assaggi.

Visto che siamo in tema, data la recente uscita di questo film nelle sale cinematografiche, e visto che è un vino versatile e non solamente delizioso, vorrei presentare il Cenerentola 2010, un Orcia DOC dell’Azienda Cinelli Colombini.

Cenerentola - Cinelli Colombini
Cenerentola – Cinelli Colombini

Un vino dal grande impatto gustativo, difficile dimenticarlo all’assaggio, nonostante si tratti di un prodotto poco conosciuto, nel mare magnum della produzione toscana, rientrante in una DOC relativamente giovane.

Un vino diverso che esprime bene le caratteristiche del Sangiovese toscano ma che all’assaggio rivela nuove caratteristiche: opera forse del Foglia Tonda vitigno autoctono recuperato e usato qui nell’uvaggio?

I profumi fruttati che si sentono sono quelli più tipici del Sangiovese ma se ne percepiscono anche altri: ciliegia e frutti rossi in confettura, potpourri di fiori di campo essiccati, note vegetali di erba tagliata e sottobosco e infine delle intense note speziate di tabacco e cioccolato. Il tannino è ben presente ma è comunque avvolgente, fondendosi bene nella struttura del vino.

Un vino intenso e persistente, che ancora ha bisogno di tempo per ammorbidirsi e che quindi necessita di un piatto profumato, decisamente succulento, arricchito da salsa e con una buona tendenza dolce.

Un vino che per struttura e profilo organolettico si sposa perfettamente con delle carni rosse, soprattutto manzo, maiale e agnello, arricchite da salse e, magari, da delle leggere speziature.

Al Cenerentola si possono benissimo accostare pietanze diverse raggiungendo ottimi risultati ma, personalmente, ho riscontrato un ottimo abbinamento soprattutto con questi due piatti:

il Carrè di Agnello al timo con mele e cipolle

Il Filetto di Manzo al Pepe e salsa allo Sherry.

Entrambi possono benissimo essere presentati come due secondi degni del pranzo di Pasqua e con il Cenerentola faranno di certo una figura ancora migliore.

Cheers!