L’Otello Rosè

Non sono una fan dei vini rosati … un limite che purtroppo ancora non ho superato; sinceramente tra i diversi rosati provati pochi mi hanno colpita, pertanto mi trovo poco propensa ad acquistarli.

Discorso diverso vale però per i rosé spumantizzati: che siano metodo classico o Martinotti, li trovo sempre molto piacevoli per accompagnare antipasti e piatti a base di pesce.

Ho voluto sperimentare l’Otello Rosè delle Cantine Ceci, trovandolo per caso da Eataly: non trovando l’Otello Nero, esaurito sullo scaffale, mi sono accontenta del fratello rosato, acquistato al prezzo di 8,50€.

otello_rose

pink_roseL’Otello Rosè, a base di Lambrusco Maestri e Pinot Nero, presenta profumi molto simili a quelli dell’Otello nero ma meno intensi. Oltre al profumo fruttato di fragola (più che di lamponi) qui emergono di più i sentori floreali di rosa.

Un lambrusco sicuramente più delicato, molto più debole di corpo, che difficilmente può sostenere preparazioni molto strutturate o a base di carni.

L’ho voluto provare con un antipasto all’italiana e in specifico con dei bocconcini di bresaola e fontina.

Un abbinamento gradevole che riesce a rendere più accattivante anche dei finger food così semplici.

Sicuramente è un vino che comunque può accompagnare adeguatamente tutti quegli antipasti a base di salumi a tendenza dolce, magari poco speziati, come prosciutto di Parma, Mortadella, Bresaola appunto, serviti insieme a dei formaggi a pasta molle o semidura.

La prossima volta credo che lo proverò con un antipasto a base di formaggi come la Casatella e lo Squacquerone di Romagna, magari accompagnati da diversi salumi.

Qualcuno ha già provato questo Lambrusco Rosè? Ogni suggerimento è ben gradito!