Il Satres della Cantina Le Lase - BWined
Tonnarelli Gamberi, Zafferano e Zucchine

Il Satres della Cantina Le Lase

2

Oggi vi parlo di una bianco, deliziosamente macerato, assaggiato di recente e che mi ha piacevolmente colpita: il Satres della Cantina Le Lase, annata 2017.

Il Satres è un Pinot Grigio del Lazio, prodotto attraverso una breve macerazione di 24 ore e affinato poi per 3 mesi in bottiglia.

Un bianco sicuramente diverso dai più classici ma davvero gustoso, soprattutto se se ne valorizzano le potenzialità espressive con il giusto abbinamento cibo vino.

Non è certo un vino che si abbina facilmente a un risottino di pesce … è un Pinot Grigio che va sicuramente bene per i piatti di mare, ma per quelli con un sapore più intenso e deciso.

Curiosi di conoscere il Satres della Cantina Le Lase e i suoi possibili abbinamenti? Allora leggete oltre!

 

Satres della Cantina Le Lase
Satres 2017 – Le Lase

Il Satres della Cantina Le Lase: Colore, Profumi e Gusto

Un pinot grigio leggermente ramato, quasi buccia di cipolla, un colore limpido e brillante con leggere  sfumature metalliche.

I profumi richiamano la frutta secca, nocciola e mandorla, l’ananas e l’albicocca disidratata, gli agrumi, i fiori di biancospino e di mimosa, la melissa, il timo e la salvia, con un tocco burroso, quasi di brioche.

Un’aromaticità intensa che colpisce subito, fragranze variegate che compongono un bouquet invitante e deciso.

All’assaggio il Satres sfoggia una bella freschezza e una sapidità contenuta che gioca soprattutto nel finale, dove richiama i sentori di frutta secca e tropicale, con un tocco balsamico a ricordare il timo, in un finale di bocca davvero persistente.

Una struttura corposa, una grande morbidezza e un bell’equilibrio per un vino, solo delicatamente macerato, che ha grandi potenzialità evolutive ma è già perfettamente godibile in questa giovanissima 2017.

Con cosa lo abbiniamo? Il Satres della Cantina Le Lase si abbina facilmente a …

 

Il Satres della Cantina Le Lase: Abbinamenti Cibo Vino

… ma è ovvio! Piatti caratterizzati da una grande aromaticità e una spiccata tendenza dolce.

Il Satres rende giustizia alle uve di partenza per la sua grande espressività in compagnia di piatti di pesce e crostacei, come ogni vino a base Pinot Grigio promette.

Tuttavia questo Pinot Grigio ramato del Lazio ha quel qualcosa in più, quel bouquet aromatico, quell’intensità gustativa che lo rende perfetto nell’esaltare ben altri ingredienti profumati e saporiti.

Il Satres della Cantina Le Lase si abbina con gran gusto a dei tonnarelli gamberi, zucchine e zafferano.

Gli aromi del vino trovano piena corrispondenza in quelli della pietanza, esaltati dalla presenza dello zafferano e dalla delicata pseudo-dolcezza dei gamberi e della pasta all’uovo.

Anche senza i gamberi l’abbinamento non sarebbe stato affatto sbagliato.

Il solo binomio zucchine e zafferano, a condimento della pasta, avrebbe reso piacevolissimo ogni sorso di Satres.

Infatti questo Pinot Grigio macerato è un vino che accompagna benissimo anche solo il gusto delle verdure, a patto che queste siano molto aromatiche o accompagnate da qualche altro ingrediente in grado di conferire maggiore persistenza gustativa all’intera pietanza.

Il Satres è un vino equilibrato in ogni suo aspetto, di grande espressività gusto – olfattiva, perfetto anche su un classico risotto alla milanese oppure su delle capesante gratinate ai funghi porcini.

Tre abbinamenti e un solo vino assolutamente da provare!

Che ne pensate?

 

p.s. Se siete di Roma potete acquistare il Satres qui, a un prezzo di circa 13 Euro.

 

 

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.