Vini per Piatti Vegetariani Archivi - BWined
Un Ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi

Un Ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi

La ricetta protagonista di oggi vede competere i profumi del mare e della terra. Scovare un buon vino per la Pasta Bottarga e Asparagi può rivelarsi insidioso ma, con alcuni suggerimenti enoici, si può sempre scegliere il dono di Bacco adatto … com’è proprio l’Ultimo Colle 2019, prodotto dall’azienda Sant’Eufemia.

Quale Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi?

La bottarga di muggine è nota e amata per il suo inconfondibile gusto sapido. Ottenuta dall’essiccazione della sacca ovarica delle muggini, conferisce in ogni piatto un tocco di speciale cremosità e, soprattutto, di sapore intenso, dai ricordi salmastri.

Il vino da abbinare a una pietanza ricca di Bottarga di muggine dovrà essere un bianco morbido, di buona struttura, equilibrato e carico di profumi persistenti, proprio per accompagnare con la giusta sinergia la forte aromaticità delle uova così lavorate, senza nascondere la delicatezza degli asparagi.

Di tradizione, a una pasta con la Bottarga si abbina bene una Vernaccia di Oristano anche se le alternative non mancano e provengono da tutta Italia.

Un ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi può essere un Vermentino di Gallura, maturo ed evoluto, un buon Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore, una Ribolla Gialla del goriziano, anche macerata, un Erbaluce di Caluso elevata in legno o, magari, anche un bianco a base di uve Cortese, sempre affinato a lungo.

Anche in questo abbinamento la sorpresa è sempre dietro l’angolo perché, ovunque, puoi trovare il vino con la consistenza, la morbidezza e l’aromaticità giusta per accompagnare questo piatto goloso.

Pertanto, alla lista dei vini da abbinare alla bottarga di muggine, oggi mi sento di suggerire anche un bel Bellone del Lazio!

L'Ultimo Colle di Sant'Eufemia: Un Ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi
L’Ultimo Colle 2019 di Sant’Eufemia

L’Ultimo Colle di Sant’Eufemia: Colore, Profumi e Gusto

L’Ultimo Colle di Sant’Eufemia è un bianco, dalle sfumature dorate, realizzato con solo uve di Bellone, un particolare vitigno autoctono del Lazio da cui si ottengono ottimi bianchi da pesce … e non solo.

Affinato a lungo sulle fecce fini, è un vino dagli intensi profumi di frutta estiva, con nitide note di pesche percoche e albicocche, guarnite da sensazioni succose di ananas e percezioni di fiori di ginestra. A tale netta setosità dei profumi ben si oppone un sorso che sprizza mineralità, carico di note saline e sugellato da una lunga scia sapida, appena addolcita dai rimandi fruttati.

Un vino non troppo strutturato ma decisamente polposo a ogni assaggio: sembra quasi di far merenda in barca con un bel cesto di frutta.

L’Ultimo Colle di Sant’Eufemia: un Ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi
L’Ultimo Colle di Sant’Eufemia: un Ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi

L’Ultimo Colle di Sant’Eufemia: un Ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi

Le uve di Bellone, specie se coltivate vicino al mare, come avviene nelle vigne della Cantina Sant’Eufemia, ne riflettono la forza e i profumi . Una sinergia estiva e vigorosa che ritroviamo ben raccontata in ogni sorso dell’Ultimo Colle, specialmente quando accompagnato dai ricchi aromi, dalla vibrante sapidità e dalla viva tendenza dolce di un piatto di spaghetti con bottarga e asparagi.

Una ricetta doppiamente profumata, dove la fragranza dolce ed erbacea dell’ortaggio ben si sposa alle sferzate minerali delle uova di muggine. Accanto a questo invitante duetto, l’Ultimo Colle sfoggia tutta la sua morbidezza fruttata e il suo abbraccio setoso.

Un abbinamento particolarmente gustoso in cui la tendenza dolce degli asparagi s’insaporisce e il marchio sapido della Bottarga rimane a lungo impresso senza alterarsi.

Se poi, ti convince così tanto da volerlo apprezzare a tutto pasto, prova l’Ultimo Colle anche con dei filetti di baccalà in pastella e con dei tranci di pesce spada grigliati, con olive nere e pomodorini.

Un ottimo Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi, da apprezzare anche per l’antipasto e i secondi.

Lo puoi trovare online qui, direttamente sul sito del produttore, a circa 8 Euro.

Con quest’assaggio l’Estate durerà ancora  a lungo!

Cheers!

p.s. Vuoi ancora un altro suggerimento per scegliere un buon Vino per la Pasta Bottarga e Asparagi? Dai un’occhiata anche ai seguenti articoli!

Il Prosecco di Valdobbiadene Gaio di Collalto: un Ottimo Vino per il Pesto alla Menta

Un Ottimo Vino per il Pesto alla Menta: ecco il Prosecco Gaio

Oggi è il momento per un abbinamento particolare e inaspettato, con protagonista la freschezza profumata del Prosecco Superiore di Valdobbiadene Millesimato Extra Dry Gaio di Collalto. L’avresti mai detto che è un ottimo Vino per il Pesto alla Menta e per altre deliziose ricette tutte vegetariane? Aspetta un attimo che voglio proprio raccontarti com’è!

Il Prosecco di Valdobbiadene Gaio di Collalto: Profumi e Gusto


Altro Prosecco, altra storia. Chi l’ha detto che le arcinote bollicine di Valdobbiadene si assomigliano tutte? Di certo non io.
Nell’Extra Dry Gaio, firmato Collalto, si colgono le note del lime, della pera kaiser, di diverse erbe aromatiche, come la salvia e la maggiorana. Un metodo Charmat che offre un assaggio freschissimo e sapido, dominato da una persistenza piccante, dallo sfumato sottofondo agrumato. Un Prosecco con un carattere deciso che può essere ben valorizzato con le giuste ricette in abbinamento.

Il Prosecco di Valdobbiadene Gaio di Collalto
Il Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene Gaio di Collalto

Il Prosecco di Valdobbiadene Gaio di Collalto: un Ottimo Vino per il Pesto alla Menta


Non è stato facile trovare la pietanza davvero perfetta per questo Prosecco di Valdobbiadene.Tuttavia, una volta scoperta la vera e profonda anima profumosa di queste bollicine si è aperto tutto un mondo di bontà vegetariana, leggera e croccante.

Il Prosecco Gaio di Collalto sa bene come valorizzare il gusto delicato del pesce cucinato al forno, gratinato o al cartoccio e, allo stesso tempo, risulta davvero speciale, grazie al suo tocco freschissimo, croccante ed aromatico, anche accanto a piatti dove sono gli ortaggi, le erbe e le verdure a dominare il panorama gustativo.

In particolare, questo figlio di Valdobbiadene esalta in maniera incredibile i profumi della menta e, anche all’assaggio, ne mette in luce la persistenza, senza evidenziarne eventuali note amare.

Accompagnato a delle linguine con pesto alle menta, il Gaio riesce ad amplificare la vivida aromaticità e il gusto squisito di ogni boccone.

Un piatto sicuramente difficile, quando si arriva alla scelta del vino, ma che trova una grande amicizia nelle bollicine di questo Prosecco.

Il Prosecco Gaio di Collalto: ottimo con un bel tabbouleh di verdure
Il Prosecco Gaio di Collalto: ottimo con un bel tabbouleh di verdure

Il Prosecco Gaio di Collalto: un Ottimo Vino per il Pesto alla Menta e altre ricette Vegetariane

Se non ami il pesto alla menta, non ti preoccupare! Puoi sempre scoprire tutti i piaceri del Gaio, sorseggiandolo accanto a un gustoso tabbouleh vegetariano, condito con foglie di mentuccia, a dei falafel con salsa di yogurt e menta, a delle linguine con melanzane, menta e pinoli, a una omelette alle erbe e Grana Padano, a dei filetti di sogliola alla mugnaia con menta fresca.

La menta deve esserci, è la sua compagna del cuore … assaggiare per credere!

Cheers!

p.s. Puoi trovare online il Prosecco di Valdobbiadene Gaio di Collalto qui, a circa 9 Euro.

p.p.s Cerchi altre sfiziose bollicine, perfette per ricette vegetariane e vegane? Dai un’occhiata ai seguenti articoli!

Aqua di Venus i Migliori Abbinamenti con il Cibo

Aqua di Venus: i Migliori Abbinamenti con il Cibo

Potere del Tonno Fresco a me! Come alleggerire la superba bontà di un trancio di tonno appena scottato? Mettiamolo a cubetti in una bella insalata, accompagnato magari da pomodori Pachino, cetriolini e olive nere. Non dimentichiamo un buon nettare accanto! L’Aqua di Venus di Ruffino è davvero il vino perfetto in questo abbinamento, capace di conferire profumi, sapore salino e una freschezza ancora maggiore alla ricetta.

Un vino che merita di essere conosciuto, piacevolmente fresco e ancora più sfizioso se assaporato nel clima torrido di queste giornate.

L’Aqua di Venus: un Rosato Toscano di Fascino

L’Aqua di Venus nasce da una fusione tra Syrah, Sangiovese e Pinot Grigio: un vitigno autoctono della toscana che si unisce al più noto dei vitigni provenzali e ai noti grappoli della più celebre uva a bacca grigia.

Un Rosato intrigante già nella sua bottiglia, lavorata e trasparente: un invito alla bellezza che richiama le scanalature di una conchiglia e ben sposa un nome d’innegabile fascino. L’Aqua di Venus vuole ricordare la leggenda della dea Venere, nata dalla spuma del mare e raffigurata magistralmente dal Botticelli emergere da una conchiglia. Una magia intramontabile che anche questo rosato della Maremma Toscana vuole suggerire in ogni suo aspetto, nel colore, nei profumi e nell’assaggio.

Aqua di Venus 2019 - ottimo in Abbinamento a un'insalata di tonno con pachino, cetriolini e olive nere
Aqua di Venus 2019 – ottimo in Abbinamento a un’insalata di tonno con pachino, cetriolini e olive nere

L’Aqua di Venus: Colore, Profumi e Gusto

Un vino dalla tonalità rosata, luminosa, delicata ed elegante. Se già ti aspetti aromi d’uguale finezza, ben percettibili e appetitosi, sei sulla strada giusta. L’Aqua di Venus incanta con profumi di melograno, di ciliegie fresche, di fragoline di bosco e scorza di limone: note fruttate croccanti, dolci ed agrumate, avvolte da soffuse sensazioni minerali ed officinali che richiamano l’origano e l’acqua di mare. Una sapidità salina che si percepisce anche all’assaggio, accompagnata da una grande freschezza, in cui si allunga, sinuosa, in una persistenza dai succosi ritorni di frutti rossi ed erbe aromatiche.

L’Aqua di Venus: i Migliori Abbinamenti con il Cibo

Perchè è così buono con un’Insalata di Tonno, Pachino, Cetrioli e Olive Nere?

Questo è proprio un rosé che ama la leggerezza e quelle pietanze belle profumate e fresche, con cui è così piacevole trascorrere pranzi e cene, cullati da dolci brezze marine. L’Aqua di Venus adora l’Estate e il mare e, accanto a piatti che vedono protagonisti pesci e crostacei, anche serviti a crudo, accompagnati da verdure e ortaggi, è un vera dea della tavola!

Grazie alla sua sinergia fresco – sapida è un vino che esalta a puntino il sapore e l’aromaticità marina del pescato, vivacizzandone la tendenza dolce e alleviandone, quando presente, la grassezza e la pienezza gustativa.

Sperimentato accanto alla rinfrescante croccantezza di un’insalata con pachino, cetrioli, olive nere e tonno fresco appena scottato, questo rosato impreziosisce la semplice pietanza, concedendo sfiziose note agrumate ed erbacee, permettendo al tonno di sprigionare tutta la sua salmastra bontà. Un piatto che, con la presenza di questo rosato, diventa ancora più invitante, rivelando tutta la gustosa intensità dei pachino.

Insalata di tonno, primo sale e mandarini
Un’insalata di tonno ottima con l’Aqua di Venus 2019

I migliori Piatti con cui sorseggiare l’Aqua di Venus

Un vino che sposa alla perfezione la bontà dei più succulenti frutti del mare e della terra, da abbinare anche a tutte le seguenti ricette: tartare di tonno con mela verde e yogurt greco, insalata di astice e fragole, insalata di tonno, primo sale alle erbe e lime, trota salmonata con mango ed erbe aromatiche, insalata di riso con salmone e avocado, cocktail con gamberi e melone, polpette di tonno in salsa aioli, spaghetti al sugo di tonno, insalata di polpo, pomodorini e olive.

Una bella insalata di salmone, cetrioli e avocado ... ottima accanto all'Aqua di Venus 2019
Una bella insalata di salmone, cetrioli e avocado … ottima accanto all’Aqua di Venus 2019

Che tu sia o meno in vacanza, il tocco speciale di questo Rosé saprà ristorarti e rallegrarti … se poi lo aggiungi alle suddette ricette, ecco aprirsi le porte dell’Olimpo!

Cheers!

p.s. Puoi trovare l’Aqua di Venus online, qui ad esempio, a circa 11 Euro.

p.p.s. Cerchi altri gustosi rosati, perfetti per l’Estate? Scoprili negli articoli seguenti:

Il Prosecco Fontana Vecia di Colesel: gli Abbinamenti più Gustosi

Il Prosecco Fontana Vecia di Colesel: gli Abbinamenti più Gustosi

Rendere super golosa la semplicità di un antipasto vegetariano? Una missione facilissima con il Prosecco Fontana Vecia di Colesel. Bollicine dal gusto squisitamente fresco che stanno d’incanto con delle bruschettine con pomodorini pachino e melanzane saltate. Continua la lettura e lasciati affascinare dalla frizzante piacevolezza di un ottimo Prosecco di Valdobbiadene!

Il Perlage del Prosecco Fontana Vecia di Colesel
Il Perlage del Prosecco Fontana Vecia di Colesel

Il Prosecco Fontana Vecia di Colesel: Perlage, Profumi e Gusto

Quest’Inverno, e non solo, si è tanto sentito parlare della kalsarikännit: un termine svedese che incarnerebbe la vera natura di un momento piacevole, trascorso a casa, nel dolce far niente. Senza stare a scomodare termini stranieri, la risposta esiste già, da un bel po’, è internazionale e consiste proprio nel godersi un calice di buon vino, ovunque ci si trovi, magari accanto a uno stuzzichino leggero e piacevole. Per me, la kalsarikännit ha le bollicine del Prosecco di Valdobbiadene Fontana Vecia: il modo migliore per trascorrere beatamente anche questa difficile Estate 2020, ovunque ci si trovi.

Un Prosecco che sprigiona, con vigore, profumi floreali, fruttati ed erbacei che ricordano la bellezza di un giardino primaverile: note di glicine e di fiori di sambuco che si fondono a delicate nuance di salvia e a dolci sentori di melone e pesca bianca. Bollicine che incantano prima per freschezza e, poi, per la gustosa scia minerale che lasciano alla fine di ogni assaggio. Un gran bel Prosecco, uno di quelli che, appena assaggiato, ti fa esclamare: ah, però! Così buono e così economico? Il Fontana Vecia porta gusto e gioia in ogni momento ma, se non l’abbini con qualcosa di altrettanto appetitoso, godi solo la metà 😉

Scopri l’altra metà di squisitezza, continuando a leggere il post.

Il Prosecco Fontana Vecia di Colesel: ottimo per delle bruschette con pachino,  melanzane e …
Il Prosecco Fontana Vecia di Colesel: ottimo per delle bruschette con pachino, melanzane e …

Il Prosecco Fontana Vecia di Colesel: ottimo per delle bruschette con pachino e melanzane e …

Il Fontana Vecia ama tantissimo l’aromaticità dei pomodorini e, in generale, degli ortaggi profumati. Con quelle sfiziose note erbacee, unite alle fresche nuance di frutta estiva, le sue sono bollicine perfette nell’amplificare il carattere gusto-olfattivo delle bruschette con pachino e melanzane.

La piccola aggiunta, strategicamente golosa, di qualche pezzetto di Pecorino stagionato, viene ugualmente esaltata, nella sua spiccata aromaticità, dai profumi frizzanti e fruttati del Prosecco.

Attraverso il suo approccio, di squisita acidità e dalla delicata eco minerale, il Fontana Vecia riesce bene a conferire un tocco di sapore in più al piatto, nobilitandone i profumi e, soprattutto, quella spiccata tendenza dolce che sempre caratterizza le verdure … anche quelle apparentemente più saporose.

La sapidità intrinseca del Pecorino resta piacevolmente sapida, senza eccessi, contribuendo ad accrescere la succulenza dell’abbinamento, dove semplicità e leggerezza si muovono all’unisono.

Il Prosecco Fontana Vecia: tanto gusto anche con gli Abbinamenti più Semplici e Vegetariani
Il Prosecco Fontana Vecia: tanto gusto anche negli Abbinamenti più Semplici e Vegetariani

Questo a ulteriore dimostrazione che si può godere appieno anche degli ingredienti più familiari, soprattutto quando sapientemente coccolati: è questo Prosecco di Valdobbiadene, firmato Colesel, ci riesce in grande stile!

Se hai voglia di qualcosa di più elaborato, non temere! Il Prosecco Fontana Vecia sa accompagnare con uguale bontà anche le seguenti ricette:  pasta con sarde e pomodorini, couscous vegetariano, carpaccio di polpo con patate, pennette ricotta e datterini, ravioli al vapore, con gamberi e verdure, tortino di melanzane e mozzarella, risotto con fiori di zucca e alici.

p.s. Puoi trovare il Prosecco di Valdobbiadene Fontana Vecia qui, a circa 11 Euro.

Il Nuvola Rosato di Sant’Eufemia: un Gran Vino per la Parmigiana di Melanzane

Il Nuvola Rosato di Sant’Eufemia: ottimo per la Parmigiana di Melanzane

I rosati sono vini intramontabili … e quello protagonista di oggi ha davvero i colori di un cielo al primo tramonto. Un vino che sta potenzialmente bene con così tante pietanze che faccio fatica a ricordarmele. Se, tuttavia dovessi scegliere l’abbinamento del cuore, per l’ottimo Nuvola Rosato di Sant’Eufemia allora mai potrei dimenticare quanto è buono con una bella parmigiana di melanzane.

Che dici? Ti va di assaporarne un calice … o magari più?

Il Nuvola Rosato 2019 di Sant’Eufemia, da uve di Syrah

Il Nuvola Rosato di Sant’Eufemia: Colori, Profumi e Gusto

Spesso, sulla tonalità di un vino si tende un po’ a glissare … e va bene, spesso lo faccio anche io. Però questo rosato del Lazio ha colore da vendere: un rosa così piacevole alla vista che andrebbe inserito nelle tonalità Pantone per l’anno venturo! I suoi profumi non sono da meno e ti fanno ben lievitare, in stile nuvola kinton, grazie a spiccati aromi di fragoline di bosco e di petali di rosa, guarniti da note rinfrescanti di erbe aromatiche, come basilico e origano, e una punta piccante, al pepe nero. Come c’era d’aspettarsi, il Nuvola è buonissimo anche all’assaggio, grazie a un’anima succosa, ricca di una sapidità dai richiami salini, dotata di una bella persistenza con ricordi fruttati e lievemente balsamici. Un Rosé che, una volta provato, si vuole assaggiare ancora e ancora … magari con abbinamenti sempre diversamente sorprendenti, perché il Nuvola Rosato di Sant’Eufemia riesce a sposare tante ricette deliziose!

Il Nuvola Rosato 2019 con una bella Parmigiana di Melanzane

Il Nuvola Rosato di Sant’Eufemia: un Gran Vino per la Parmigiana di Melanzane e oltre!

Con quei suoi riverberi freschi ed erbacei e il gusto sapido, ammorbidito dai ricordi delle fragole, questo Rosato, da uve di Syrah, è sempre un’ottima scelta per accompagnare piatti dove l’aromaticità del pomodoro, fresco o in salsa, accompagna il gusto delicatamente salino del pesce e dei molluschi.

Un vino ottimo con dei paccheri al sugo di calamari, con delle triglie in guazzetto, con un risotto al salmone e finocchietto selvatico, con delle linguine al ragù di pesce spada,  anche solo accanto alla semplicità di una bella pizza bianca farcita di porchetta. Tanta freschezza e sapore per un vino che esalta alla perfezione la tendenza dolce e la grassezza non solo del pescato ma anche delle carni bianche e di alcuni salumi, ottimo in abbinamento alle seguenti pietanze:  straccetti di pollo ai peperoni, coniglio in umido, gnocchi fritti con mortadella, piadina con ciauscolo e squacquerone.

Accanto alla succulenza di una Parmigiana di Melanzane, il Nuvola diventa ancora più speciale, proprio grazie a quel suo tocco sapido, sugoso, fresco e delicatamente erbaceo, che esalta per benino tutti gli ingredienti di quest’intramontabile ricetta. Un unico consiglio: mai eccedere con il Parmigiano o altri ingredienti saporiti, per rispetto alla viva mineralità che così bene contraddistingue quest’ottimo rosé, firmato Sant’Eufemia.

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Nuvola Rosato di Sant’Eufemia direttamente sul sito del produttore, a circa 10 Euro.

p.p.s. Se cerchi altri vini da abbinare a una Parmigiana di Melanzane, dai un’occhiata qui:

Il Prosecco di Valdobbiadene Prior di Bortolomiol: i Migliori Abbinamenti

Il Prosecco di Valdobbiadene Prior di Bortolomiol: i Migliori Abbinamenti

Viva la freschezza e la semplicità! Un traguardo che si raggiunge sempre con la piacevole compagnia di un buon Prosecco, com’è il Prior di Bortolomiol. Un’azienda vitivinicola che non delude, di cui credo di aver ormai assaporato ogni etichetta. Tra le numerose, apprezzo davvero tanto l’equilibrio e l’appeal rinfrescante proprio del Brut Priorspecialmente se sorseggiato con un bell’aperitivo a base di golosi crostini con burrata, alici e pachino. Genuinità e gusto assicurati, in un abbinamento super economico, velocissimo da preparare e che si apprezza a lungo, a ogni morso!

Il Prior di Bortolomiol: Colore, Profumi e Gusto

Bollicine? Presenti! Insistenti e spumose, a coronamento di un Prosecco di Valdobbiadene dai profumi ben distribuiti tra vari mondi. Se ami la croccantezza della frutta, il tocco balsamico delle erbe e la fragranza del pane sfornato … l’aromaticità del Prior è ideale per farsi coccolare. Uno spumante che sprigiona vivaci note di pompelmo e melone bianco, contornate da sensazioni di fior d’acacia, profumi di salvia, fieno e pane bianco.

Un gusto bello fresco, dotato di una buona sapidità in equilibrio, concluso da una deliziosa persistenza, su note iodate e ricordi d’agrumi ed erba tagliata.

Un Prosecco che si beve con meravigliosa facilità e soprattutto … gioia J Il complemento ideale di un bell’aperitivo all’aperto, ad assaporare le calde brezze estive del tramonto.

Un quadretto idilliaco a cui mancano solo gli ingredienti giusti in abbinamento.

Il Prosecco di Valdobbiadene Millesimato Brut Prior di Bortolomiol
Il Prosecco di Valdobbiadene Millesimato Brut Prior – Bortolomiol

Il Prosecco di Valdobbiadene Prior: un Ottimo Vino per dei Crostini Burrata e Alici

Niente rovina un sano momento di relax, se in mano hai un calice del Prior! Bollicine che vanno d’accordo con tante ricette ma che, se vuoi faticare poco e godere tanto, puoi abbinare con successo a degli sfiziosi crostini con burrata, alici e pachino.

Accoppiata facile, veloce e sempre vincente, in cui il perlage e le doti fresche e sapide del vino vanno a stemperare, a vivacizzare e a insaporire il tocco morbido, tendenzialmente dolce e libidinoso di un bella Burrata di Andria. Un Prosecco che esalta tanto l’aromaticità tipica di questi particolari pomodorini, dal gusto dolcemente succoso. Infine, il lascito agrumato e minerale del Prior, unito alla punta d’inconfondibile sapidità dell’alice, creano davvero una piacevole saporosità a ogni assaggio, dove il gioco dei contrasti riesce alla perfezione. Un appetizer che si organizza in pochi minuti e che finisce in un baleno, specie se a fargli compagnia arriva la magia del Prior.

Bollicine ottime nel gusto e nel prezzo, di cui si può fare scorta senza ripensamenti. Se, poi, non si ha voglia di una burrata, questo Prosecco è ottimo anchecon dei semplici rustici al cotto, con delle pizzette di sfoglia, magari con l’aggiunta di olive nere o alici, con delle mozzarelline fritte, con una tartare di salmone e avocado o con dei crostini con pomodorini, bresaola e rucola.

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Prosecco di Valdobbiadene Millesimato Brut Prior di Bortolomiol qui, a circa 8 Euro.

Il Pinot Grigio Marièl della Fattoria di Monticello: i Migliori Abbinamenti

Il Pinot Grigio Marièl della Fattoria di Monticello: i Migliori Abbinamenti

Il Pinot Grigio in Umbria? Viene bene, anzi benissimo! Specie se fatto esprimere da chi le sue uve le coccola per benino, come avviene alla Fattoria di Monticello. Una Tenuta biologica adagiata sui verdi Colli Perugini, tra Todi e Perugia, che mi ha fatto scoprire profumi e sapori di una bontà non comune… come quelli del loro Marièl, un bianco dotato del giusto fascino per accompagnare una Pasta al Pesto di Mandorle.

Pinot Grigio Marièl 2018 - Fattoria di Monticello
Pinot Grigio Marièl 2018 – Fattoria di Monticello


Il Pinot Grigio Marièl: Colore, Profumi e Gusto

Non un’uva autoctona ma grappoli di uno dei vitigni a bacca bianca più amati al mondo sono alla base del Marièl. In questo speciale Pinot Grigio, lavorato e affinato esclusivamente in acciaio, si respirano e si assaporano i tratti più particolari e territoriali di quest’uva d’oltralpe che, oltre che nel Nord-Est della nostra penisola, sembra aver trovato una fantastica aria di casa anche nei bucolici paesaggi di San Venanzo, caratterizzati da un ottimo microclima e da un suolo d’origine vulcanica, ricco di minerali.

Il Marièl, dalla profonda tonalità dorata, profuma di scorza di mandarino, di fiori di mimosa e biancospino, con delle soffuse note di frutta secca e una profonda percezione balsamica, con note di mentuccia.
Un vino dal gusto equilibrato, piacevolmente fresco all’inizio e squisitamente sapido in chiusura d’assaggio. Un Pinot Grigio che lascia in bocca, a lungo, una deliziosa sensazione agrumata e fragrante, con ritorni di erbe e mandorle tostate.

Il Pinot Grigio Marièl: un ottimo Vino per la Pasta al Pesto di Mandorle … e oltre!
Il Pinot Grigio Marièl: un ottimo Vino per la Pasta al Pesto di Mandorle … e oltre!

Il Marièl: un ottimo Vino per la Pasta al Pesto di Mandorle … e oltre!


Un Pinot Grigio così particolare, profumato e dal gusto armonioso, sa bene come accompagnare anche piatti dal gusto difficile, come può essere una pasta al pesto di mandorle.
Un seme dotato di profumi particolari e di un sapore spiccato, dalle sfiziose note amarognole: piacevoli ma che, ahimè, con il vino sbagliato accanto, possono diventare sgradevoli.
Questo non avviene in abbinamento al Marièl!
La fragranza delle mandorle si veste di delicate sensazioni di frutta fresca e scorza di limone, per un abbinamento dai profumi amplificati e dai sapori ben dosati. Dopo ogni boccone e ogni sorso di questo vino, si può apprezzare tutto il fascino caratteristico del pesto di mandorle, prolungato nelle sue sfiziose sensazioni tostate.
Un wine-food pairing che ben unisce il gusto di una pasta dal peculiare condimento a un vino bianco con un appeal tutto suo, perfetto per ricette dalla grande saporosità, vegetariane, di pesce e a base di carne.
Non solo pesto di mandorle per il Marièl: se non sei un fan di questa pietanza, prova questo Pinot Grigio della fattoria di Monticello anche con un pesce spada ai pistacchi, con dei tagliolini ricotta e scampi o con degli involtini di tacchino con prosciutto cotto e salvia.

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Pinot Grigio Marièl direttamente sul sito del produttore, al prezzo di 7 Euro.

p.p.s. Se vuoi scoprire il fascino di altri vini umbri, creati dall’esperienza della Fattoria di Monticello, dai un’occhiata anche ai seguenti articoli, in cui parlo del loro Giacchio e del rosso Vibio:

Il Prosecco Prato Scuro di Colesel: perfetto per la Pasta con Stracchino e Zucchine in due cotture

Il Prosecco Prato Scuro di Colesel: Prezioso Amico di gustose Fritture e Piatti Vegetariani

Allegria fa rima con … Prosecco anima mia!
Com’è facile intuire, il protagonista di oggi proviene dalle verdi colline di Valdobbiadene, un Prosecco pronto a conquistare vegetariani, vegani… nonché tutti gli altri. Scopri, qui su BWined, il Prosecco Prato Scuro di Colesel, in un abbinamento ad alto tasso di semplicità e golosità!

Il Prosecco Prato Scuro di Colesel: Perlage, Profumi e Gusto


Il Prosecco Prato Scuro di Colesel vive di vera freschezza, arricchita da un’aromaticità semplice e decisa che svetta alta, grazie al brioso e persistente perlage. Profumi sfiziosi che ricordano il succo di lime, le mele Golden settembrine e la succosità delle pesche nettarine. Una dolcezza e frizzantezza che viene avvolta da una nuvola leggera di sensazioni vegetali, con tocchi di salvia.
Bollicine che, appena assaggiate, fanno gola: ogni calice si riempie e si svuota in un lampo, complice un gusto squisitamente sapido, oltre che rinfrescante, che lascia in bocca gentili ricordi agrumati e di erbe aromatiche.

Il Prosecco Prato Scuro di Colesel: perfetto per una Pasta con Stracchino e Zucchine in due Cotture
Il Prosecco Prato Scuro di Colesel: perfetto per una Pasta con Stracchino e Zucchine in due Cotture


Il Prato Scuro di Colesel: perfetto per la Pasta con Stracchino e Zucchine in due cotture

e altre squisitezze vegetariane.
Con quella sua appetitosa sinergia fresco-sapida, dall’energica e persistente mineralità, il Prato Scuro è un compagno sorprendente nell’arricchire di gusto ricette vegetariane e di mare, cariche di tendenza dolce e grassezza. Un Prosecco stupendo con le fritture di paranza e con una bella tempura mista di gamberi e verdure, con un’aromaticità e un gusto che si prestano bene anche a valorizzare i profumi e la consistenza della ricotta e dei formaggi cremosi, a cui dona delle note agrumate e fruttate che contribuiscono alla sfiziosità della ricetta.
Buonissimo con un semplice fritto di zucchine alla romana, è ugualmente uno spumante fantastico accanto a dei filetti d’orata gratinati o a una pasta con stracchino e zucchine in due cotture, fritte e saltate in padella: davvero uno dei modi migliori per mettere in luce tutto l’appeal di questo Prosecco che sa bene come farti compagnia per un intero pasto, anche solo vegetariano.

Puoi trovare il Prosecco di Valdobbiadene Prato Scuro di Colesel qui, a circa 10 Euro.

Cheers!

Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico

Un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico

Tempo di tramonti estivi e tempo di ottimi Rosé: una tipologia di vini spesso snobbata – da me compresa – senza una ragione precisa. Si tratta di vini che non possono mancare al novero delle bontà enoiche italiane … soprattutto quando, a tavola, frutti di mare e ortaggi profumati diventano veri protagonisti. Oggi, vi racconto quant’è buono il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: davvero un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico.

Perché? Dammi un secondo …

Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: Colore, Profumi e Gusto

Già per il loro fascino “colorista”, i rosati sanno come farsi amare e questo Cerasuolo, firmato dall’esperienza della Cantina Zaccagnini, rivela per benino la carica antocianica delle uve di Montepulciano, con cui viene realizzato.

Una tonalità intensa che introduce profumi altrettanto decisi e penetranti che, manco a farlo apposta, si abbinano, in maniera assolutamente fashion, al colore del vino. Un calice sfacciatamente rosato che si accompagna agli aromi tipici delle fragoline di bosco, dei lamponi e dei petali di rosa … rosa!

Unica nota fuori colore, ma dannatamente sfiziosa, sono le intense nuance di foglie di menta e basilico che conferiscono al Myosotis quel tocco di profumosità, meno dolce, che risulta subito estiva e rinfrescante.

Ecco … proprio la freschezza, unita a una netta potenza gustativa, rappresenta l’aspetto più sfizioso, nell’assaggio del Myosotis: un rosato dalle sensazioni erbacee ma certo non leggerino, ricco di una sapidità minerale che rimane a lungo impressa al palato. Una bontà particolare che si celebra attraverso  una piacevole morbidezza, un’intensa carica sapida e una persistenza fruttata e balsamica.

Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2019
Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2019 – Tutto reale, niente Photoshop … il rosa non è mai stato più rosa 🙂

Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico

E’ proprio questo riverbero erbaceo, che così bene esprime l’anima rosata del Myosotis, a rendere spettacolare l’abbinamento protagonista di questo articolo.

Un vino così aromatico e intenso non può che accompagnare alla grande le pietanze dove regnano salse ricche, specialmente a base di pomodoro, anche belle saporite e un pochino piccanti, vista la golosa setosità di cui questo Cerasuolo d’Abruzzo è vestito.

Se a un sugo profumato, di datterini o di pomodori ciliegino, aggiungiamo un pizzico di peperoncino e il tocco magistrale (e abbondante) del finocchietto selvatico, abbiamo fatto una bella tombola, fuori stagione! La balsamicità del vino amplifica le note aromatiche dei pomodori e del finocchietto, rendendole luuungameeente persistenti. Allo stesso tempo, la morbidezza fruttata del vino ingentilisce il tocco piccante, prolungandolo nella sua golosità, senza spegnerlo.

Gusto succoso, equilibrio, profumi mediterranei … per un abbinamento con i colori del cuore, rosso e rosato! Se, poi, vuoi assaggiare qualcosa di più elaborato, accanto al Myosotis, sorseggialo con una bella calamarata, o con un timballo di pasta, condito con un sugo alla siciliana.

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2019 a questo link, a circa 10 Euro.

Il Giacchio della Fattoria di Monticello: un Ottimo Vino per la Pasta al Pesto

Un Ottimo Vino per la Pasta al Pesto

L’Umbria è una regione favolosa sotto tanti aspetti: la natura, l’arte, la storia, le persone e … i vini!
Per questo motivo non è così sorprendente trovare anche qui degli ottimi nettari per la pasta al pesto. Bianchi profumati e persistenti, a base di uve territoriali e internazionali, che sanno bene come esaltare la vivida carica aromatica ed erbacea di un classico pesto alla genovese. Uno dei miei preferiti accanto alla celebre bontà di questo primo, è il Giacchio della Fattoria di Monticello.

Il Giacchio della Fattoria di Monticello: Profumi e Gusto


La bellezza delle vigne si unisce a un relais dallo charme bucolico: è questa l’essenza rilassante della Fattoria di Monticello, piccola tenuta vitivinicola, a gestione biologica, tra le colline e la campagna todina, di cui ho scoperto i vini per caso,  trovandoli squisiti sotto tanti aspetti… e devo ancora provarli tutti!
Qui, vi ho già raccontato il loro Vibio e, stavolta, tocca al Giacchio: davvero un gran Vino per la Pasta al Pesto.
Un bianco, a base di Sauvignon Blanc, Viognier e Chardonnay, che rivela delicati e sfiziosi profumi di pera, mela verde e albicocche, con sensazioni di fiori di campo, menta, maggiorana, salvia e appena una punta di fresca scorza di limone.
Una carica aromatica che esplode all’assaggio, regalando una succosa persistenza su note fruttate, croccanti e setose. Profumi appetitosi accanto a una saporosità che conquista… tutto a un piccolissimo prezzo.

Giacchio - Fattoria di Monticello
Giacchio 2018 – Fattoria di Monticello


Il Giacchio della Fattoria di Monticello: un Ottimo Vino per la Pasta al Pesto


Il Giacchio è un vino dal buon equilibrio, fresco e sapido senza eccessi e, probabilmente, anche per questo, si rivela un’ottima scelta accanto al gusto penetrante e particolare del classico pesto genovese. All’armonia definitiva del match, contribuiscono i profumi di questi bianco umbro, decisi e rinfrescanti, che rappresentano proprio quell’elemento di bontà in più che rende ancora più speciale la vivida carica aromatica di questo celebre condimento, tutto vegetariano.
Un abbinamento gustoso in cui si acuisce la persistenza del basilico e dei pinoli, per un assaggio carico, insieme, di morbidezza e sapore.
Un wine – food pairing inaspettato, con cui è davvero piacevole sorprendersi!
Prova anche a tu a stupirti…

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Giacchio direttamente sul sito del produttore, a circa 6 Euro.