Giulia Bwined, Autore a BWined
Abbinamenti Cibo Brunello

Abbinamenti Cibo Brunello: Due Gustosi Esempi

Quello degli Abbinamenti Cibo Brunello è un mondo vasto e incantevole, una vera avventura di sapori.

Data la forza rinomata di un vino come il Brunello di Montalcino sembrerebbere facile suggerire i giusti abbinamenti con il cibo. Sì, a volte. L’insidia, negli Abbinamenti Cibo Brunello, deriva dal gusto e dai profumi particolari che caratterizzano, caso per caso, questo particolare e amatissimo rosso toscano.

L’habitat limitato, in cui vengono coltivate le selezionate uve di Sangiovese Grosso (detto anche “Brunello”), si presenta come un vero e proprio mosaico di micro terroir, diversificabili per via della conformazione geologica del suolo, per il microclima e anche in base al savoir-faire dei vari vigneron. Tutti aspetti che contribuiscono alla creazione di “Brunelli” con una storia, un fascino e delle potenzialità di abbinamento diverse.

Oggi vi voglio raccontare, dalla stessa ottima annata 2015, due Brunelli per degli Abbinamenti molto diversi … ti va di conoscerli? Oltre che per la loro bontà, li ho scelti anche per l’ottimo rapporto valore prezzo che li rende ancora più appetitosi.

Abbinamenti Cibo Brunello
Due Brunelli … Abbinamenti diversi

Abbinamenti Cibo Brunello – Brunello di Montalcino 2015 di Tenimenti Ricci

Un Brunello che non ti aspetti e che ti piace per la sua grande bevibilità. Un rosso più che invitante all’assaggio che non vuol dire poca intensità: il Brunello Ricci ha un suo preciso carattere che lo rende un compagno disinvolto in tavola, un vino con cui è difficile sbagliarsi, specie al momento degli abbinamenti con il cibo.

Nato nel profondo Sud del territorio di Montalcino, tra le colline di Sant’Angelo in Colle, rivolte all’Amiata, conquista per la sua spiccata freschezza, tangibile nei profumi e nel gusto. Con le sue note di ciliegie mature e ribes e le piccanti e balsamiche note del pepe nero e delle foglie d’eucalipto, è un Brunello che dice “bevimi!”

Un gran suggerimento per scoprire un assaggio vibrante nei sapori e, allo stesso tempo, succoso e inaspettatamente leggero, dai duraturi ricordi erbacei e di frutta fresca.

Con una personalità così agile, penetrante nei profumi e vivacizzata da una briosa acidità  – che promette una squisita evoluzione nel tempo – il Brunello 2015 di Tenimenti Ricci diventa una gioia accanto a succulenti carni rosse arrostite, specialmente se accompagnate da ortaggi profumati.

Abbinamenti Cibo Brunello - Brunello di Montalcino 2015 Tenimenti Ricci
Brunello di Montalcino 2015 Tenimenti Ricci

Il compagno vinoso ideale per una tagliata con funghi porcini e qualche lamella di tartufo nero, per un filetto in crosta con crema di verdure o per una succulenta fiorentina con contorno di patate al rosmarino.

Uno degli abbinamenti più deliziosi – a mio parere – lo vede protagonista in tavola accanto a un filetto di maiale con scalogni caramellati: un binomio in cui il gusto della carne si alleggerisce e i profumi del filetto caramellizzato insieme agli scalogni esplodono in una sinfonia gustativa.

Puoi trovare questo particolare Brunello qui, a circa 26 Euro.

Abbinamenti Cibo Brunello – Il Brunello di Montalcino 2015 di Camigliano

Già avevo avuto modo di apprezzarne la forza nel millesimo 2012. Anche in questo recente vintage, questo Brunello biologico, nato nel quadrante Sud-Est del comune di Montalcino, tra i rilievi assolati del paese di Camigliano, vince per la sua forza penetrante, dagli squisiti spunti torrefatti.

Intenso come un caffè espresso e goloso come un mon chéri , sia nei profumi che nei sapori, questo Brunello risulta delizioso e appagante soprattutto grazie a quel suo speciale terzetto, tra dolcezza, speziatura e tostatura, creato dall’unione tra le sensazioni morbide di amarene e quelle calde del caffè, della liquirizia, del cacao e del tabacco da pipa.

Un gusto rinvigorito da tannini ancora giovani, ma già delicati, e da una tenue sapidità ferrosa, mitigata da una persistenza setosa, con ricordi di confettura di ciliegie.

Abbinamenti Cibo Brunello Brunello di Montalcino 2015 Camigliano
Brunello Brunello di Montalcino 2015 Camigliano

Un Brunello dal carattere forte ma ugualmente carezzevole che ama, anche nelle pietanze, i sapori decisi. Se, nel vintage 2012, la sua verve balsamica e i tannini vigorosi lo rendevano uno splendido compagno per dei succulenti secondi di carne, questa versione 2015 è fantastica anche solo con un antipasto vegetariano, a base di formaggi, con assaggi di pecorino di fossa e Grana Padano, accompagnati da una mostarda con noci e fichi.

Altrimenti, il Brunello 2015 di Camigliano è ottimo accanto a dei primi conditi con un abbondante ragù in bianco, con delle belle tagliatelle al caffè come squisito e intenso supporto aromatico.

L’avevo detto che amava i sapori e gli aromi strong! Per osare ancora di più, provalo anche accanto a un filetto di maiale al caffè.

Puoi trovarlo facilmente online, a questo link ad esempio, a circa 25 Euro.

E tu? Quali Abbinamenti Cibo Brunello faresti vincere?

Cheers!

Barbera d'Asti Passum 2016: ottima in un Abbinamento Vino Rosso Pesce

Abbinamento Vino Rosso Pesce? Scopri la Barbera d’Asti Passum

Esperimento gustoso quest’oggi: prova ad assaggiare quest’ottimo rosso da pesce accanto a un trancio di tonno ai peperoni. La Barbera d’Asti, protagonista di questo post, rende giustizia alle sue uve d’origine e piace subito per quel suo temperamento profumato, saporito e ugualmente leggero, capace di sfidare i gusti anche di chi i vini rossi mal li digerisce. Se a questo mix di bontà si aggiunge anche un buon prezzo, ecco che l’abbinamento si tinge di sapori ancora più squisiti. Se da sempre cerchi la soluzione all’annosa questione dell’Abbinamento Vino Rosso Pesce, allora non dimenticare la Barbera d’Asti Passum.


Barbera d'Asti Passum 2016: ottima in un Abbinamento Vino Rosso Pesce
Barbera d’Asti Passum 2016: ottima in un Abbinamento Vino Rosso Pesce

La Barbera d’Asti Passum: Gioiello della Cascina Castlet


Prodotta dalla cascina Castlet, tra le colline verdeggianti di Costigliole d’Asti, questa Barbera in purezza ben riflette quel rapporto benefico che lega la famiglia Borio, custode della Tenuta da ben tre generazioni, alla sua terra e ai suoi frutti … e quelli della Passum sono acini davvero speciali.

Nati da vecchie vigne, ad alta densità d’impianto, vengono selezionati, raccolti e messi brevemente ad appassire, in appositi fruttai ben ventilati per mantenere in perfetta salute i grappoli.

Frutti che, oltre che sulla pianta, si arricchiscono anche dopo la vendemmia, coccolati da quella speciale idea di Maria Borio che ha dato i natali e ha determinato il successo di questa Barbera.

La Barbera d’Asti Passum: Colore, Profumi e Gusto

Già nei profumi, questo rosso ha i colori del cuore e, all’olfatto mette bene in mostra i suoi profumi più tipici e territoriali, con note di lamponi e fragoline in confettura, ciliegie, violette, erba tagliata e una bella spruzzata di pepe verde a condire ancora di più il fascino di questo paniere d’aromi.

Il gusto è ugualmente invitante, così succoso in quei ritorni che tanto ricordano la prime ciliegie di stagione. Nonostante l’evidente calore, grazie ai particolari risvolti erbacei, quasi balsamici, ogni suo sorso risulta piacevolmente fresco.

Si beve con gioia in tanti abbinamenti … ma uno di questi in particolare mi ha davvero stupita e spero risulti sorprendentemente gustoso anche per te, se ti va di sperimentarlo 😉

Abbinamento Vino Rosso Pesce: questa Barbera è ottima anche con un tonno in agrodolce
Abbinamento Vino Rosso Pesce: questa Barbera è ottima anche con un tonno in agrodolce


La Barbera d’Asti Passum: perfetta per un Abbinamento Vino Rosso Pesce

Così profumata, così morbida, così piena e avvolgente. E’ chiaro che merita di essere scomodata, nonostante il prezzo super appetitoso, per occasioni degne di essere celebrate. Con il suo fascino disinvolto la potresti assaporare ogni giorno ma, anche se sta bene con un semplice tagliere di soppressata e Asiago mezzano, dà il meglio con ricette ben profumate e più sugose.

Ottima con le classiche fettuccine al ragù, questa Barbera sposa molto bene il gusto di un pollo ai peperoni e – senti senti – anche di piatti di mare succulenti. Con il gusto tendenzialmente dolce e carico di aromi di un filetto di tonno ai peperoni, appena scottato e arricchito da una spruzzata di pepe, il sapore del mare emerge senza essere sopraffatto, cullato dalla morbidezza del vino.

Una ricetta ricca che ben si sposa con il fascino boschivo e poliedrico di questa Barbera che ama i piatti caratterizzati da salse aromatiche e gli ortaggi profumati, come melanzane e peperoni.

Non vedo l’ora di provarla anche con degli spaghetti al ragù di polpo! Chissà che delizia di aromi e sapori.

E tu l’hai mai assaggiata? Raccontami le tue impressioni e abbinamenti.

Se ancora devi conoscerla, puoi trovarla facilmente qui, a circa 21 Euro.

Cheers!

Vino per gli Straccetti ai Carciofi

Un ottimo Vino per gli Straccetti ai Carciofi

Piatto semplice e un grande abbinamento cibo – vino. Sì, perché questo Vino per gli Straccetti ai Carciofi miete subito le sue vittime grazie a un perfetto equilibrio, a un gusto fresco e succoso e a una morbida persistenza che rende impagabili ogni sorso e ogni boccone.

Il Pinot Nero firmato La Vis è davvero un gran Vino per gli Straccetti ai Carciofi.

Il Pinot Nero di LaVis: Colore, Profumi e Gusto

Ha il fascino di un colore primario. Perché la tonalità di questo Pinot Nero trentino è proprio quella di un bel rosso magenta. Come ogni Pinot Nero  che si rispetti il suo colore è vivace, luminoso e trasparente. Una trasparenza che è un fattore basilare anche della sua personalità. Ciò che senti nei profumi, lo gusti negli assaggi. I suoi vividi profumi, di frutti di bosco, rose rosse, pepe nero e liquirizia, li ritrovi in ogni assaggio. Un vino che profuma e sa di buono, con le note dei lamponi in evidenza, accompagnate da una bella freschezza gustativa e da una delicata mineralità. Un rosso ben bilanciato, tra durezze e morbidezze, con una persistenza incredibilmente succosa, con chiari ricordi di frutti di bosca ed erba tagliata.

Con un rosso così gli abbinamenti sono tanti ma, se posso scegliere, è proprio un ottimo Vino per gli Straccetti ai Carciofi!

Pinot Nero 2019 - LaVis Un ottimo Vino per gli Straccetti ai Carciofi
Pinot Nero 2019 – LaVis

Un Ottimo Vino per gli Straccetti ai Carciofi: il Pinot Nero di LaVis

Grazie alla sua morbidezza e al suo tocco fresco, questo rosso trentino è perfetto nell’accompagnare il particolare gusto dei carciofi quando utilizzati come contorno di una carne dalla spiccata tendenza dolce. L’aromaticità di questo Pinot Nero, con le sue nuance erbacee e la dolcezza fruttata, esalta benissimo i profumi di questo particolare ortaggio. Il carciofo rivela un gusto dalle sfumature amare, più o meno evidenti in base al tipo di cottura, che trova l’accompagnamento ideale in questo vino capace di insaporirne il gusto senza accentuarne le note amaricanti. Fantastico con degli straccetti ai carciofi, questo Pinot Nero è ugualmente gustoso con dei carciofi gratinati su un tomino allo speck.

Quindi, quando ti chiedono  un rosso da abbinare a dei carciofi, usati per arricchire un secondo di carne o un contorno di sfiziosi formaggi, suggerisci pure questo Pinot Nero firmato LaVis: in particolare, accanto a degli straccetti ai carciofi non c’è niente di più buono!

Per crederci, prova l’abbinamento!

Trovi facilmente il Pino Nero di Lavis qui, a circa 7 Euro.

p.s. Se i carciofi sono la tua passione culinaria  e mangereccia, scopri qui altri vini perfetti per accompagnare molte altre specialità con protagonista questo ortaggio!

Vino e Tartufo: due grandi Rossi italiani in Abbinamento

Vino e Tartufo: due grandi Rossi italiani in Abbinamento

Aaah, vino e tartufo: uno degli abbinamenti cibo vino più raffinati, ricercati e apprezzati. Certo che con il tartufo si possono creare tante pietanze diverse. Se per degli antipasti a base di uova e per le paste condite con tartufo, sia bianco sia nero, si ama l’accompagnamento di bianchi freschi e aromatici e di spumeggianti e cremosi metodi classici, per i primi e i secondi di carne, nonché per i formaggi, il rosso rappresenta indubbiamente la scelta più azzeccata e gustosa. Ma quale rosso per le molte ricche ricette con protagonista il tartufo?

Oggi te ne presento due, fantastici nell’accompagnare l’aromaticità e il gusto intenso del tartufo, specialmente di quello nero di Norcia che ben si presta alla realizzazione di ricchi ragù e arrosti di carni rosse.


Vino e Tartufo: il Montepulciano Divus e il Ragù più profumato che c’è!


Un buon Montepulciano d’Abruzzo spesso rappresenta la scelta perfetta per impreziosire di gusto e intensità i primi conditi con diversi ragù, magari con qualche pregevole e sfiziosa variante. E’ una tipologia di vino che ben si abbina ai profumi del bosco, che ama l’accompagnamento delle erbe aromatiche e il tocco fascinoso dei funghi … non solo sulle carni ma anche nei sughi.

In particolare, il Montepulciano Divus, creato dalla rinomata e storica Cantina Ciavolich, grazie ai suoi aromi fruttati e al gusto caldo, tannico e intenso, dotato anche di piacevole freschezza, riesce benissimo a esaltare il gusto e la succulenza sugosa di un piatto di pappardelle al ragù con tartufo nero. Un Montepulciano dall’equilibrio ideale anche per apprezzare dei semplici assaggi di pecorino al tartufo, guarniti con qualche goccia di miele d’acacia.

Vino e Tartufo: il Montepulciano d'Abruzzo Divus 2016 di Ciavolich
Vino e Tartufo: il Montepulciano d’Abruzzo Divus 2016 di Ciavolich


Vino e Tartufo: il Cabernet Franc La Roncaia per la più succulenta Tagliata del 2021!

Ecco un vino che è una sorpresa di gusto, graffiante nelle sue note vegetali, ricco di freschezza e di una persistenza dalle calde note speziate: uno di quei rossi che si bevono con meravigliosa facilità e tanto piacere! Con i suoi profumi di timo ed erba tagliata, i delicati accenni al sottobosco e le soffuse nuance di more e mirtilli, questo Cabernet Franc friulano riesce bene a estrarre tutta la forza aromatica del tartufo nero pregiato. Accanto a una tagliata con scaglie di tartufo nero di Norcia e timo, insaporisce la carne e rende profumi e sapori incredibilmente persistenti. Come Il Divus, anche questo Cabernet Franc, creato dall’Azienda La Roncaia, con uve cresciute sulle colline di Nimis, è ottimo nell’accompagnare un semplice tagliere con assaggi di Moliterno al tartufo nero e speck.

Vino e Tartufo: il Cabernet Franc 2016 di La Roncaia
Vino e Tartufo: il Cabernet Franc 2016 di La Roncaia

Vino e Tartufo: Abbinamenti Gustosi e Ottimo prezzo

A completare il quadro di bontà in questo binomio Vino e Tartufo, arrivano gli appetitosi costi.

Entrambi i vini si acquistano online a un costo poco superiore ai 10 euro… Due ottime scelte per nobilitare, con gusto e semplicità, il fascino del pregiato tartufo nero!

Montepulciano d’Abruzzo Divus 2016 Ciavolich: lo puoi trovare qui, a circa 11 Euro

Cabernet Franc 2016 La Roncaia: lo puoi trovare qui, a circa 13 Euro

Se questi due veloci suggerimenti su Vino e Tartufo non ti bastano, allora dai un’occhiata anche ai seguenti articoli!

Vini Natale 2020

Vini Natale 2020: gioia e gusto a un ottimo prezzo

E ce ne vuole sicuramente! I Vini Natale 2020 devono regalare un pizzico di ottimismo e serenità: etichette sincere e senza inutili fronzoli, gustose senza essere eccessive.

Per me le ho sicuramente trovate e spero possano piacere anche a te! Pronto a conoscere i Vini Natale 2020? Si inizia con le bollicine per finire in dolcezza.

Vini Natale 2020: Bollicine

Per quest’anno ho scelto due spumosissimi Prosecchi, dal fascino burroso e rinfrescante. Entrambi rivelano un meraviglioso perlage, fitto e persistente,  degli sfiziosi aromi di pane al latte, appena sfornato, e delicate nuance di agrumi e mele Golden … un bouquet praticamente perfetto per esprimere la magia del Natale. Chi sono? Eccoli

Collalto Prosecco Superiore di Valdobbiadene San Salvatore (lo trovi qui, a circa 7 Euro)

Vini Natale 2020
Prosecco Superiore di Valdobbiadene San Salvatore – Collalto

Soligo Prosecco Superiore di Valdobbiadene Col de Mez Brut (lo trovi qui, a circa 9 Euro)

Vini Natale 2020: le bollicine
Prosecco Superiore di Valdobbiadene Col de Mez – Soligo

Figli di Valdobbiadene che dimostrano carattere anche all’assaggio, attraverso una piacevole freschezza, con ricordi di limone e succo di lime, e una delicata mineralità salina che insaporisce ogni sorso, prolungandone la persistenza che chiude squisita su note di frutta secca.

Devo essere onesta, tra i due ancora non so decidere quale mi piaccia di più. Di una cosa però sono certa, sono Prosecchi fantastici accanto ai crudi di pesce e crostacei, specialmente di gamberi e salmone, e a ricette vegetariane profumate. Provali con una tartare di salmone, avocado e anacardi, con un carpaccio di gamberi rossi e burrata, con una frittura di gamberi, melanzane e zucchine, con un polpo e patate, con delle focaccine con olive nere e pachino o anche con delle pizzette di sfoglia con patate, zucchine e rosmarino.

Scelte perfette per vegani, vegetariani e non.

Vini Natale 2020: i Bianchi

Per quest’anno, pensando a un classico dei classici, gli spaghetti con le vongole, gli ho subito immaginato accanto la bontà succosa, fruttata ed erbacea, del Vermentino di Bolgheri Paguro, creato dalla Cantina La Cipriana. Un bianco che incanta con un mix di aromi estivi e agrumati, con appena un accenno di zenzero, perfetto per viva acidità e la sua equilibrata sapidità nell’esaltare il gusto di questo celebre primo di pasta.

Altrimenti, per chi ama la ricchezza di una bella lasagnetta di mare o di un piatto di linguine al salmone, profumate al limone, è ottimo l’accompagnamento del Segreto Verde di Cantina Imperatori, un ricercato Trebbian verde del Lazio.Un vino bianco dagli sfiziosi profumi agrumati, con note di fiori di campo e tenui ricordi di frutta secca, dal gusto ben bilanciato tra freschezza e accenni minerali.

Facili da bere e ancora più facili da acquistare:

Vermentino Bolgheri La Cipriana, lo trovi qui a circa 13 Euro

Vini Natale 2020: i Bianchi
Vermentino Paguro 2019 – Tenuta La Cipriana

Segreto Verde Cantine Imperatori, lo trovi qui a circa 14 Euro

Vini Natale 2020: i Bianchi
Segreto Verde 2019 – Cantine Imperatori

Vini Natale 2020: i Rossi

La semplicità è di casa in questo Natale … ma anche la piacevolezza morbida e intensa. Per questo, accanto a delle sfiziose lasagne, a un timballo di pasta o a dei cannelloni al ragù ci vedo benissimo il tocco caldo, succoso e setosamente fruttato del Susumaniello Oltremé di Tenute Rubino. Un rosso che coniuga freschezza e sapore, con una golosa persistenza dagli intensi ricordi di frutti di bosco e delicati ritorni speziati. Un must accanto a primi piatti di carne belli sugosi o per la succulenza di un bel cotechino con lenticchie.

In alternativa, un rosso ricco di sapore, avvolgente, caldo e persistente, perfetto per succulenti spezzatini e primi piatti importanti, è il Montefalco Rosso creato da Lungarotti. Grande bontà a un piccolo prezzo per un rosso capace di abbinarsi con piacevolezza a delle pappardelle al ragù e funghi o a uno spezzatino con patate, profumato alle erbe.

Ecco che arrivano, ciascuno assaporabile a meno di 10 Euro

Oltremé Susumaniello Cantine Rubino, lo trovi qui a circa 9 Euro

Vini Natale - i Rossi
Oltremé Susumaniello 2018 – Tenute Rubino

Montefalco Rosso Lungarotti, lo trovi qui a circa 9 Euro

Vini Natale - I Rossi
Montefalco Rosso 2016 – Lungarotti

Vini Natale 2020: i Dolci

Ecco due vini dolci per dare il giusto brivido di dolcezza a questo particolare Natale 2020.

Il Monfort Giallo è un vino da dessert, squisitamente passito, che è perfetto nell’esaltare la cremosa grassezza e i profumi tipici di un torrone alle mandorle. Dolcezza e freschezza viaggiano insieme in ogni suo sorso, lasciando in bocca squisite note di croccante alle mandorle. Buono con i semifreddi alla frutta secca o con una classica panna cotta al caramello, è ugualmente perfetto accanto ai più classici pandori e panettoni, grazie a quel giusto tocco di leggerezza aromatica capace di renderli ancora più speciali.

Tornando tra i classici, il Moscato d’Asti Strev, creato dalla Cantina Marenco, ha quel giusto appeal per accompagnare anche i panettoni più ricchi. Hai presenti quelli farciti con crema al torrone, al pistacchio, con gocce di cioccolata e crema alla pera? Ecco, questo Moscato è perfetto nel mitigarne la pesantezza, esaltandone la speciale cremosità, ricca di profumi.

Eccoli:

Monfort Giallo di Casata Monfort, lo trovi qui a circa 16 Euro

Vini Natale 2020 - I Dolci
Monfort Giallo 2017 – Cantine Monfort

Moscato d’Asti Strev di Marenco, lo trovi qui a circa 12 Euro

Vini Natale 2020 - I Dolci
Moscato d’Asti Strev – Marenco

Per chi desidera altri suggerimenti per scegliere al meglio i Vini Natale 2020 … ebbene ci sono anche i seguenti articoli, con tanti altri ottimi nettari!

Abbinamento Prosecco e Guacamole? Arriva il Prosecco di Asolo di Amadio

Abbinamento Prosecco e Guacamole: it’s Party Time!

Abbinamento Prosecco e Guacamole? Se lo trovi ardito, aspetta di scoprire il profumato spumante protagonista di oggi!

Con il Prosecco Superiore di Asolo, firmato Amadio, e una bella guacamole ti sembrerà di stare in vacanza in Giamaica. Un abbinamento cibo vino puramente vegano con cui regalarsi una pausa all’insegna del relax e della profumata leggerezza spumeggiante.

Il modo migliore, più facile e veloce, per un goloso upgrade al momento dell’aperitivo.

Il Prosecco Superiore di Asolo di Amadio: Profumi e Gusto


Il Prosecco Superiore Extra Dry di Asolo, creato da Amadio, è proprio così, soavemente aromatico e squisitamente frizzante, con profumi, chiari e diretti, di scorza d’agrumi, mele Golden e fiori di acacia. Dotato di quell’acidità mai eccessiva e puramente rinfrescante, è un Prosecco che stuzzica il palato con un gusto cremoso e una persistenza succosa che ti fa pensare proprio a una bella mela scrocchiante. Da solo è gustoso … ma è meglio se te lo gusti accanto a …


Abbinamento Prosecco e Guacamole? Arriva il Prosecco di Asolo di Amadio
Prosecco Superiore Extra Dry di Asolo di Amadio: buono da solo ma con una guacamole … mmm!

Abbinamento Prosecco e Guacamole? Arriva il Prosecco di Asolo di Amadio


La classe arriva facilmente in casa con questo Prosecco, assieme a una grande piacevolezza.
Con dei cestini ripieni di guacamole o anche solo con delle chips intinte nelle salsa, il gusto è assicurato! Un duetto in cui profumi e sapori si amplificano, portandoti, per magia, in qualche degustazione gourmet.

Questo Prosecco Extra Dry, dal territorio di Asolo, riesce bene, con la sua viva freschezza e la delicata sapidità, a smorzare la tendenza dolce e la grassezza della salsa, esaltandone al contempo gli aromi. Il quid in più è dato dal finish setoso di queste bollicine, ideali nel non esasperare la squisita speziatura di una classica guacamole.

Bollicine che sanno bene come vivacizzare profumi e sapori di verdure e ortaggi e che, oltre al fascino corposo ed esotico della guacamole, sanno il fatto loro con molte altre ricette. Questo Prosecco rimane una goduria anche accanto a delle tartine ai funghi, a una tempura di gamberi e verdure o a dei roll di salmone crudo e avocado.

Forse non sarà l’unico vino, spumeggiante o meno, a potersi abbinare alla semplicità esotica di una guacamaìole ma – cavoli – se è buono!

Provalo in questo o altri abbinamenti, lo puoi trovare facilmente qui, a circa 6 Euro.

Cheers!

Abbinamento Vino Sushi – Due succose opzioni

Abbinamento Vino Sushi – Due succose opzioni

Quando si parla di Abbinamento Vino Sushi si apre un mondo altamente godereccio e ricco di numerose possibilità. Questo perché, in una chiave globale, il sushi viene oggi rivisitato in infinite versioni, attraverso appetitose contaminazioni con le tradizioni culinarie con cui s’incontra. Per queste ragioni, è difficile trovare una sola tipologia di vino capace di abbinarsi sempre bene con il sushi … però ci si prova sempre, anche cercando in posti esotici oppure in angoli sotto casa, dotati di fascino.

I vini per il sushi che ti propongo oggi si trovano agli antipodi: da una parte il fascino nostrano di un appetitoso bianco pugliese, caldo e carico di sapore, come solo i vini di questa regione sanno essere, dall’altra un bianco lontanissimo, della Nuova Zelanda, dal carattere succoso ed estivo.

Chi vincerà? Decidilo tu!

Calce Viva 2019– Cantina Placido Volpone

Una Falanghina particolare … sempre ottima accanto a pesce e verdure ma, stavolta, interpretata in una chiave piacevolmente intensa e avvolgente, con un piccolo contributo di uve di Malvasia. Il Calce Viva nasce da grappoli coltivati nell’assolata campagna dell’antica Herdonia, in provincia di Foggia. Un vino con un nome che è stato scelto in omaggio al territorio, a ricordare la tipica opus reticulatum che costituiva la muratura della antiche abitazioni del sito archeologico vicino all’azienda.

Abbinamento vino sushi Calce Viva 2019 - Placido Volpone
Calce Viva 2019 – Placido Volpone

Accogliente ancora prima di essere gustoso, il Calce Viva regala profumi intensi di pesche nettarine, melone, ananas e verbena. Fiori e frutti anche all’assaggio che si rivela deliziosamente persistente, specialmente nel suo caloroso tocco fruttato. Con il suo gusto morbido, percorso da un’evidente sapidità marina e una rinfrescante acidità, è un vino che smorza bene la sensazione di grassezza tipica di un Philadelphia o di un Tempura Roll. Allo stesso modo, quel suo speciale sprint di freschezza e l’eco aromatica estiva sono proprio ciò che serve per impreziosire il semplice sapore di un nigiri al salmone o di un riso venere saltato con gamberi.

Lo puoi trovare online qui, a circa 8 Euro.

Sauvignon Blanc Hans Greyl 2019

Questo Sauvignon Blanc neozelandese, dall’ottimo prezzo, ben incarna la tipicità delle sue uve, coltivate nel terroir costiero di Marlbourough. Un Sauvignon dall’appeal tropicale e vegetale, con note evidenti di mango, lime, uva spina, passion fruit, verbena ed erba tagliata. Anche all’assaggio, la sua verve esotica si manifesta alla perfezione, con una lunga persistenza su note fruttate, insaporita da note iodate marine e resa ancora più fresche da un lungo finish con ricordi di uva spina e agrumi.

Abbinamento Vino Sushi Hans Greyl Sauvignon Blanc 2019
Hans Greyl Sauvignon Blanc 2019

Un vino che, in generale, sposa benissimo le ricette in cui la frutta esotica incontra i formaggi cremosi e i pesci grassi, come tonno e salmone, e le fritture di crostacei. Un bianco che esalta piacevolmente il tocco aromatico, solo delicatamente amaro, della granella dei pistacchi e la freschezza dolce e succosa di un bell’ananas o di un succoso mango.

Da queste premesse, questo Sauvignon sembra proprio nato per sposare i crudi di pesce in stile internazionale. Dipende ciò che si ama di più: se si predilige un contrasto maggiore, allora questo Sauvignon è fantastico con dei roll Philadelphia, salmone e pistacchio. Se, al contrario, si amano i sapori più morbidi e dolci, meno contrastanti, allora questo vino è perfetto per dei fusion summer roll, dove la cremosità del Philadelphia e del pesce crudo incontra la dolcezza del mango.

Abbinamento Vino Sushi Sushi Fusion Home Made di salmone, arricchito con Philadelphia, Mango e Granella di Pistacchi
Sushi Fusion Home Made di salmone, arricchito con Philadelphia, Mango e Granella di Pistacchi

Una sicurezza quando si parla di vini da pesce e abbinamento vino sushi, un bianco così minerale da insaporire il tocco dolce del pescato e, allo stesso tempo, cremoso quel che basta per non accentuare eventuali asprezze e durezze di un piatto.

Lo puoi trovare online qui, a circa 11 Euro.

Per altri suggerimenti sul tema Abbinamento Vino Sushi … le scelte sperimentate – gustosissime – sono ancora molte. Dai pure un’occhiata ai seguenti articoli!

Vini per la Peperonata

Due Vini per la Peperonata

Il miglior modo per esaltare il fascino aromatico di una gustosa peperonata, accompagnata da qualche crostino alle olive? La compagnia di un vino rosato!

Ecco perché oggi ti voglio raccontare il gusto sorprendente di due rosé, fantastici nei sapori, nel prezzo e davvero ottimi vini per la peperonata!

Quali  Vini per la Peperonata?

Quali sono i migliori Vini per la Peperonata? Vista l’inconfondibile profumosità dei peperoni e della salsa di pomodori che li accompagna, i vini in abbinamento dovranno essere ugualmente carichi di aromi persistenti. All’assaggio, una bella peperonata, oltre alla sua vivida e tipica sugosità, rivela una piacevole sapidità, talvolta accompagnata anche da una delicata piccantezza. Pertanto, il vino dovrà anche dimostrare una discreta morbidezza per non accentuare eccessivamente le note piccanti e salate presenti.

Nello sposare gli aromi penetranti della ricetta, trovo che la parte da leone la giochino i vini rosati, specialmente se a base di uve di Aglianico, Negroamaro, Primitivo e Gaglioppo. Capaci di dar vita a rossi intensi e carichi di sapori, sono uve che, anche quando declinate in versione rosé, perdono di poco la loro forza, rivelando vini morbidi e profumosi.

Due Vini Rosati per la Peperonata

Rosàntica 2019 – Placido Volpone

Tutta la forza delle uve di Aglianico e di Sangiovese cresciute sotto il sole pugliese, respirando le brezze marine che sferzano le vigne della Tenuta Placido Volpone, situata vicino al sito archeologico dell’antica Herdonia: eccoti il Rosàntica!

Un vino che, già a guardarlo, sembra sprigionare sapore, con una tonalità quasi amarena, che ben si abbina ai vivaci colori dei peperoni. Un piacere da guardare, specialmente sotto la luce del sole, e una gioia ancora maggiore quando se ne colgono i profumi e, soprattutto, il sapore. Succosi profumi di chicchi di melograno, ciliegie e lamponi, vibranti note di foglie di salvia, maggiorana e leggeri ricordi di petunie, accompagnano un sorso di squisita freschezza fruttata, dalla delicata salinità, e percorso da una morbidezza avvolgente. Forza e leggerezza ben si fondono in questo rosato, dalla persistenza che ti fa pensare alla bontà estiva dei frutti di bosco. Proprio grazie al suo tocco morbido e fresco, dalla lunga eco aromatica, è un vino perfetto nell’esaltare gli intensi profumi di un ortaggio come il peperone. Accanto a una classica peperonata, il Rosàntica fa emergere tutte le goduriose nuance che rendono tanto amata questa pietanza vegetariana.

Grazie alla sua particolare e ben definita personalità, è un vino ottimo anche accanto a una parmigiana di melanzane o con la semplicità di una pasta al sugo di olive nere.

Rosàntica 2019 – Placido Volpone

Terre Lontane 2019 – Librandi

Più delicato, ma ugualmente aromatico e rinfrescante, è l’appeal del Terre Lontane, firmato Librandi, un rosé di Calabria creato da uve di Gaglioppo e Cabernet Franc. Un’aromaticità che ricorda una scampagnata fuori porta o un picnic in spiaggia, con intriganti note di fragoline di bosco, foglie di menta e leggere sensazioni iodate. Un vino dall’anima fresca, delicatamente sapida, siglato da una morbidezza in cui si percepisce tutta la dolcezza dei frutti rossi. Un fascino setoso, sì, accompagnato da un gusto completamente secco e quasi dissetante.

Un rosato delizioso anche accanto a degli spaghetti conditi con un pesto ai peperoni e che non disdegna affatto la cucina di mare, oltre alle ricette vegetariane, da provare anche su delle linguine ai ricci di mare o con un risotto con gamberi rossi e olive.

Terre Lontane 2019 – Librandi

Ecco, a ricordare la bontà di questi due Vini per la Peperonata mi è rivenuta fame … per fortuna che ci sono ancora infiniti abbinamenti cibo – vino da sperimentare.

Nell’attesa potete trovare i vini protagonisti di oggi nei link di seguito:

Rosàntica 2019 – Lo puoi trovare qui, a circa 6 Euro.

Terre Lontane 2019 – Lo puoi trovare qui, a circa 8,5 Euro.

Cheers!

Il Damarino di Donnafugata: i Migliori Abbinamenti con il Cibo

Gli Abbinamenti per il Damarino di Donnafugata

Voglia di un vino bianco fresco e leggero, con cui prolungare la bellezza di un pomeriggio estivo, cullato dai raggi solari? Uno scenario allettante, specialmente all’arrivo di questi primi freddi, da riproporre con tanti assaggi del Damarino di Donnafugata, nato da uve di Ansonica in blend con altri vitigni locali, tipicamente siciliani.

Un bianco che piace per la sua subitanea piacevolezza e il gusto sincero e disinvolto e, soprattutto, per la sua capacità di conferire uno squisito tocco fruttato a tante ricette semplici ma con qualche sfumatura in più. In particolare, ho scoperto che il Damarino di Donnafugata è un vino davvero squisito soprattutto in abbinamento a …

Scoprilo leggendo di seguito!

Il Damarino di Donnafugata: Colore, Profumi e Gusto

Trasparente, nel colore e nella personalità. Il Damarino di Donnafugata è un vino che piace per la schiettezza dei suoi aromi, carichi di evidenti note di frutta estiva, erbe aromatiche e un vivido tocco agrumato, in sottofondo. Un bianco che, all’assaggio, accoglie con morbidi e croccanti ricordi di pesche nettarine e melone, chiudendo l’assaggio con una spigliata e piacevole persistenza, che rievoca la freschezza dei limoni di Sicilia. Un bianco dal carattere dinamico, dotato di freschezza intensa e di una misurata sapidità.

Con i suoi profumi estivi è un vino che richiama a gran voce ricette marine, anche dotate di un tocco esotico in più … uno in particolare!

Riso Gamberi, Verdure e un pizzico di Zenzero ... ottimo con il Damarino di Donnafugata!
Riso Gamberi, Verdure e un pizzico di Zenzero … ottimo con il Damarino di Donnafugata!

Il Damarino di Donnafugata: i Migliori Abbinamenti con il Cibo

Il Damarino è fantastico nell’accompagnare il tocco speziato e piccante dello zenzero fresco, impiegato in piatti dal sapore fusion, creati con gli ingredienti del mare, come un ottimo riso saltato con gamberi e zenzero.

Grazie al suo energico binomio, tra freschezza e setosità, riesce bene ad esaltare la tendenza dolce del pescato e, in particolar modo, dei crostacei, senza alterare il tocco speciale fornito dallo zenzero.

Un contributo che viene amplificato anche attraverso i ricordi aromatici che il Damarino lascia a ogni assaggio: profumi estivi che ben si fondono a quelli dei frutti di mare e di una spezia particolare, come lo zenzero, pungente ma dotata anche di una certa tendenza dolce.

Un abbinamento genuino, appetitoso e assolutamente low-cost. Come sempre, i pregiudizi vengono meno quando un bianco che puoi trovare anche nella grande distribuzione si rivela semplicemente gustoso.

Se non sei un fan dello zenzero, puoi abbinare il Damarino anche alle seguenti ricette: spaghetti alle vongole, tartare di avocado, tonno e granella di pistacchi, filetti di branzino in panure d’agrumi, filetti di baccalà pastellati e fritti, orata in crosta di mandorle.

Cheers!

p.s. Puoi trovare facilmente il Damarino di Donnafugata online, come qui ad esempio, a circa 9 Euro.

Il Cabernet Sauvignon Salomone: un gran Rosso per tanti Abbinamenti

Il Cabernet Sauvignon Salomone: un gran Rosso per tanti Abbinamenti

Quando un vino è buono lo racconti subito: è questo il caso del Cabernet Sauvignon Salomone di Fattoria di Monticello, una vera miniera di sapore a un ottimo prezzo.
Un rosso che rende giustizia alla tipica forza dei grappoli con cui viene realizzato, ottimo per accompagnare, grazie a decise note balsamiche, tanti antipasti, primi e secondi succulenti. Se vuoi scoprire tutto il fascino di questo vino umbro, continua la lettura!


Il Cabernet Sauvignon Salomone: Colore, Profumi e Gusto


Il Salomone è gagliardo già nella sua colorazione rubino: una tonalità di gran carattere per un vino dall’intrigante e ben definita personalità. Un rosso dalle nuance boschive, con penetranti note di erbe su un sottofondo dalle morbide sensazioni fruttate, di confettura di fragole e frutti di bosco assortiti, definito anche da delicati accenni speziati, di pepe nero e chiodi di garofano. Un vino di giusta morbidezza all’assaggio, percorso da una trama tannica sottile e raffinata, ritmato da una spiccata mineralità e firmato da una persistenza dall’impronta balsamica, su setosi ritorni di more e lamponi. Già a delinearlo così … vien voglia di (ri)assaggiarlo: un Cabernet Sauvignon che fa della sapidità e delle nette sensazioni vegetali il suo lato più sfizioso e peculiare.

Il Cabernet Sauvignon Salomone 2016
Il Cabernet Sauvignon Salomone 2016

Il Cabernet Sauvignon Salomone: i Migliori Abbinamenti


Questo rosso dell’Umbria è fantastico accanto a tanti primi conditi con sughi di carne importanti, anche di cacciagione, carichi di aromi e dalla morbida saporosità. Abbinamenti succulenti che rendono giustizia all’eleganza dei suoi tannini e al calore di ogni suo sorso.
In particolare, vista la sua accesa sapidità, è un rosso che sta bene accanto a salse di pomodoro in cui regnano la tendenza dolce e i profumi delle erbe officinali, come il timo, il rosmarino e la menta. Delizioso con un ragù di salsiccia, impreziosito da foglie di alloro e altri aromi, è imperdibile anche con il cosciotto d’agnello alle erbe, con la tagliata porcini e tartufo, con le pappardelle al ragù di lepre e accanto a formaggi non troppo sapidi, piccanti o stagionati, come la Casciotta d’Urbino al tartufo nero o il Montasio Fresco.

Un vino di carattere e, al contempo, equilibrato, vibrante di un’aromaticità ben percettibile anche al gusto: il rosso ideale per accompagnare un intero pasto, dagli antipasti ai secondi di carne.

Il Cabernet Sauvignon Salomone 2016: ottimo con primi piatti conditi con ragù profumati di carne
Il Cabernet Sauvignon Salomone 2016: ottimo con primi piatti conditi con ragù profumati di carne
Il Cabernet Sauvignon Salomone 2016: ottimo con carni rosse arrostite, profumate alle erbe aromatiche
Il Cabernet Sauvignon Salomone 2016: ottimo con carni rosse arrostite, profumate alle erbe aromatiche

Il Menù ideale per apprezzare il Salomone al meglio

Un vino delizioso da solo che si arricchisce di bontà e dona sfumature ancora più gustose ai cibi a cui si accompagna: il vero obiettivo di ogni abbinamento cibo – vino, migliorare il nettare e le pietanze.

Oltre alle ricette appena riportate, Il Cabernet Sauvignon Salomone, di Fattoria di Monticello, sa bene come accompagnare anche tutti i piatti del seguente menù … senza mai venirti a noia!

  • Crostini al Tartufo e Formaggio
  • Tagliatelle al ragù di salsiccia, con pomodorini secchi
  • Filetto di manzo con bacon croccante e funghi saltati

Che dire se non: Cheers!

p.s. Puoi trovare il Cabernet Sauvignon Salomone, di Fattoria di Monticello, qui, a 15 Euro.