5 Ottimi Vini per il Finale del Trono di Spade - BWined
I Vini per il Finale del Trono di Spade

5 Ottimi Vini per il Finale del Trono di Spade

0

Qualunque sia l’esito, che mi piaccia o meno, sento come assolutamente necessaria un’attenta scelta dei Vini per il Finale del Trono di Spade.

Tiriamoci su ...
Tiriamoci su …

Avere accanto un buon vino da sorseggiare può aiutare doppiamente: rende più avvincente un’epica avventura su schermo e rallegra nel caso di eventi deprimenti.

Se amate la serie, saprete sicuramente cosa intendo: numerosi anni di vicende fantasy che ho pienamente apprezzato, almeno finora, e che vanno in ogni caso celebrate con degli ottimi vini, senza possibilmente spendere tutti i soldi della tesoreria.

Curiosi di sapere con quali delizie enoiche festeggiare al meglio l’arrivo dell’episodio finale di Game of Thrones?

Scoprite di seguito, su BWined, una selezione di 5 vini fantasticamente deliziosi! Non fatevi ingannare dai nomi … non li ho scelti solo per l’idea e l’immagine che richiamano, ma anche per i sapori che sanno regalare e il loro eccellente equilibrio gustativo.

Davvero degli Ottimi Vini per il Finale del Trono di Spade!

I Vini per il Finale del Trono di Spade: Bollicine e Bianchi

Prosecco Superiore Extra Dry Col del Lupo

Un Prosecco di qualità come l’Extra Dry di Col Del Lupo è perfetto per celebrare tanti avvenimenti, compresa la visione (o il post visione) dell’ultimo episodio di Game of Thrones.

Prosecco Extra Dry Col Del Lupo
Prosecco Extra Dry Col Del Lupo

Un’azienda navigata ma giovane, con un grande amore per il territorio di Valdobbiadene che si percepisce chiaramente sorseggiando i loro prodotti.

Il Prosecco Extra Dry di Col Del Lupo intriga con un bouquet aromatico ricco di rimandi fruttati e floreali, in cui spiccano i sentori agrumati, i profumi delle albicocche e delle mele granny smith, insieme alle note di fiori di campo, achillea e acacia. Una dolcezza di profumi che, in parte, ritroviamo anche all’assaggio, dominato da un’importante freschezza, arricchita da una mineralità iodata, con ricordi di albicocche e frutta secca, con un finale ricco di frizzantezza citrina.

L’ho sperimentato con tante tipologie di ingredienti e pietanze ma, devo dire, che non è mai stato così buono e seducente come in compagnia delle Capesante al Gratin.

Banale, direte … ma è davvero delizioso: un piatto semplice, dagli ingredienti freschi e pregiati, che viene letteralmente condito dal gusto spumeggiante e croccante di questo eccellente Prosecco.

Lo potete trovare online qui, a circa 12 Euro (venduto in confezioni da 6).

Corte del Lupo Bianco 2017 – Cà del Bosco

La rinomata azienda Cà del Bosco e la Franciacorta: un territorio simbolo non solo di pregiati Metodi Classici, ma anche di ottimi bianchi fermi, soprattutto a base di Chardonnay.

Corte del Lupo Bianco 2017
Corte del Lupo Bianco 2017

Il Curtefranca Corte del Lupo Bianco, gran fusione di uve Chardonnay e una piccola parte di Pinot Bianco, appassiona per i suoi profumi fruttati, erbacei e minerali, con note di mela golden, pesca bianca, mandorle, fiori di ginestra e lievi note iodate e speziate. Una piacevole e intensa profumosità ma, soprattutto, un gusto incredibilmente setoso, pieno e sornione, un sapore ben equilibrato tra freschezza e sapidità, che scalda il palato, arricchito da una stuzzicante mineralità che scivola lenta su note di limone.

Davvero un gran vino, bilanciato, morbido e succoso, da provare su un timballo di pasta ai funghi!

Lo trovate online facilmente, ad esempio a questo link, a circa 26 Euro.

Dragon Langhe Bianco 2017 – Luigi Baudana

Confesso! La prima volta che ho scelto e assaggiato questo vino, l’ho fatto solo per il nome e l’etichetta. Per fortuna, il caso ha voluto farmi scoprire un gran vino bianco, figlio dell’attenta produzione di una storica cantina piemontese, ora gestita dalla famiglia Vajra.

Dragon 2017
Dragon 2017

Un vino che viene prodotto ormai da quasi 40 anni e che,  in quest’annata 2017, vede l’aggiunta di piccoli tocchi di Riesling e dell’autoctono e semisconosciuto Nascetta: non so se per merito di questo cambiamento, ma la 2017 incanta davvero con un eccellente mix di profumi floreali, erbacei e fruttati.

Si sente la freschezza degli agrumi, la dolcezza delle pesche e delle albicocche, i profumi della camomilla, dell’acacia, dei fiori di campo e del mughetto, con lievi accenni di salvia ed erba tagliata.

Un gusto persistente, soprattutto sulle note fruttate, ben bilanciato tra acidità e sapidità e dotato di un corpo morbido e vellutato, davvero un sorso che scalda.

Un bianco che, per il suo eccellente equilibrio, non abbinerei a dei piatti di pesce dal gusto delicato. La morbidezza del Dragon va sfruttata su piatti strutturati, di grande sapore e aromaticità, come una pasta al pesto genovese o delle fettuccine ai funghi porcini, magari con qualche scaglietta di tartufo bianco.

Altrimenti, se non vedete l’ora di vedere quest’ultimo atteso finale di serie, in compagnia di raffinate pietanze di pesce, allora concedetevi, con il Dragon, un bel trancio di pesce spada al pesto di pistacchi oppure del sushi fusion o, addirittura, di stile brasiliano.

Personalmente, sarà uno dei due vini che sceglierò per la mia visione dell’episodio finale di Game of Thrones.

Se pensate faccia anche al vostro caso, lo potete trovare facilmente a questo link, all’ottimo prezzo di circa 13 Euro.

Passiamo ora alle due scelte rosse!

I Vini per il Finale del Trono di Spade: i Rossi

Sangue di Drago 2016 – Azienda Agricola Donati

Cogliete l’occasione per far conoscenza con questo eccellente Teroldego Rotaliano!

Sangue di Drago 2016
Sangue di Drago 2016

Un vino dai profumi intensi, penetranti e minerali:  quasi credi di trovarti di fronte al respiro di un drago!  Un rosso che avvinghia con aromi tenebrosi di prugne e more mature, frutti di rovo e mirtilli, con note speziate e torrefatte, di liquirizia e caffè. L’assaggio è di sconvolgente forza, ricco di una mineralità ferrosa ed ematica, con un tannino incisivo e non aggressivo, è un incredibile persistenza su note calde e speziate.

Un autentico soffio di drago in cui perdersi, assolutamente piacevole, un vino che riscalda e accende l’animo. Un rosso decisamente tipico e perfetto per celebrare un’occasione rara, come l’ultimo episodio della serie del Trono di Spade.

Una scelta perfetta anche per ricordare la leggenda legata alla nascita del vitigno Teroldego, autoctono del Trentino, nato proprio dal sangue versato a seguito dell’uccisione di un drago leggendario e temibile.

Ecco a voi la mia seconda e personale scelta, da abbinare al finale di stagione e a uno spezzatino di capriolo con funghi o con il cinghiale alle mele.

Lo trovate qui, a circa 19 Euro.

Il Drago e le 8 Colombe 2015 – Donatella Cinelli Colombini

Il quinto vino è davvero una felice riscoperta. Assaggiato, per la prima volta, almeno 6 anni fa, ne ho recentemente provato l’annata 2015, trovandola fantastica.

Il Drago e le 8 Colombe
Il Drago e le 8 Colombe

Un vino che è stato rielaborato negli anni: già buono nei primi tentativi, oggi ha ottenuto una nuova ricetta di gran pregio, originale e affascinante.

Un raro e particolare blend di Sangiovese, Merlot e Sagrantino che offre sensazioni intense, con note aromatiche fruttate, floreali, erbacee, minerali e speziate. Un ampio ventaglio di profumi con sentori di violette, prugne e ciliegie mature, terra bagnata, pepe nero, felce, tarassaco e liquirizia.

All’assaggio, stupisce un tannino di rara finezza, che rende ogni sorso davvero invitante. Un vino caldo, robusto, dalla saporosità speziata e fruttata che, però, non stanca e risulta fresco, merito di una trama acida ben sviluppata e di una mineralità che ravviva ogni sorso.

Davvero un gran rosso, golosissimo, da abbinare con successo a un piatto dal gusto intenso e particolare come le quaglie al tartufo, deliziose e con una strizzatina d’occhi al mondo fantasy.

Un rosso toscano non così facile da reperire online:  un vino raro di cui vengono prodotte solo 6000 bottiglie all’anno.

L’ideale sarebbe regalarsi una bella vacanza alla Fattoria del Colle e farne una piccola scorta 🙂

Fateci un pensiero 😉 e magari, durante, potrete godervi una visione rilassata del finale del Trono di Spade.

Tutti che pensano a chi vincerà il trono, a chi sopravvivrà … e al vino da bere durante la visione?

A quello ci ha pensato BWined, voi dovete solo scegliere, guardare e assaggiare!

Cheers!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.