BWined - Tutto sull'Abbinamento Cibo Vino
Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico

Un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico

Tempo di tramonti estivi e tempo di ottimi Rosé: una tipologia di vini spesso snobbata – da me compresa – senza una ragione precisa. Si tratta di vini che non possono mancare al novero delle bontà enoiche italiane … soprattutto quando, a tavola, frutti di mare e ortaggi profumati diventano veri protagonisti. Oggi, vi racconto quant’è buono il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: davvero un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico.

Perché? Dammi un secondo …

Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: Colore, Profumi e Gusto

Già per il loro fascino “colorista”, i rosati sanno come farsi amare e questo Cerasuolo, firmato dall’esperienza della Cantina Zaccagnini, rivela per benino la carica antocianica delle uve di Montepulciano, con cui viene realizzato.

Una tonalità intensa che introduce profumi altrettanto decisi e penetranti che, manco a farlo apposta, si abbinano, in maniera assolutamente fashion, al colore del vino. Un calice sfacciatamente rosato che si accompagna agli aromi tipici delle fragoline di bosco, dei lamponi e dei petali di rosa … rosa!

Unica nota fuori colore, ma dannatamente sfiziosa, sono le intense nuance di foglie di menta e basilico che conferiscono al Myosotis quel tocco di profumosità, meno dolce, che risulta subito estiva e rinfrescante.

Ecco … proprio la freschezza, unita a una netta potenza gustativa, rappresenta l’aspetto più sfizioso, nell’assaggio del Myosotis: un rosato dalle sensazioni erbacee ma certo non leggerino, ricco di una sapidità minerale che rimane a lungo impressa al palato. Una bontà particolare che si celebra attraverso  una piacevole morbidezza, un’intensa carica sapida e una persistenza fruttata e balsamica.

Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2019
Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2019 – Tutto reale, niente Photoshop … il rosa non è mai stato più rosa 🙂

Il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis: un ottimo Vino per la Pasta al Sugo con Finocchietto Selvatico

E’ proprio questo riverbero erbaceo, che così bene esprime l’anima rosata del Myosotis, a rendere spettacolare l’abbinamento protagonista di questo articolo.

Un vino così aromatico e intenso non può che accompagnare alla grande le pietanze dove regnano salse ricche, specialmente a base di pomodoro, anche belle saporite e un pochino piccanti, vista la golosa setosità di cui questo Cerasuolo d’Abruzzo è vestito.

Se a un sugo profumato, di datterini o di pomodori ciliegino, aggiungiamo un pizzico di peperoncino e il tocco magistrale (e abbondante) del finocchietto selvatico, abbiamo fatto una bella tombola, fuori stagione! La balsamicità del vino amplifica le note aromatiche dei pomodori e del finocchietto, rendendole luuungameeente persistenti. Allo stesso tempo, la morbidezza fruttata del vino ingentilisce il tocco piccante, prolungandolo nella sua golosità, senza spegnerlo.

Gusto succoso, equilibrio, profumi mediterranei … per un abbinamento con i colori del cuore, rosso e rosato! Se, poi, vuoi assaggiare qualcosa di più elaborato, accanto al Myosotis, sorseggialo con una bella calamarata, o con un timballo di pasta, condito con un sugo alla siciliana.

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Cerasuolo d’Abruzzo Myosotis 2019 a questo link, a circa 10 Euro.

Il Giacchio della Fattoria di Monticello: un Ottimo Vino per la Pasta al Pesto

Un Ottimo Vino per la Pasta al Pesto

L’Umbria è una regione favolosa sotto tanti aspetti: la natura, l’arte, la storia, le persone e … i vini!
Per questo motivo non è così sorprendente trovare anche qui degli ottimi nettari per la pasta al pesto. Bianchi profumati e persistenti, a base di uve territoriali e internazionali, che sanno bene come esaltare la vivida carica aromatica ed erbacea di un classico pesto alla genovese. Uno dei miei preferiti accanto alla celebre bontà di questo primo, è il Giacchio della Fattoria di Monticello.

Il Giacchio della Fattoria di Monticello: Profumi e Gusto


La bellezza delle vigne si unisce a un relais dallo charme bucolico: è questa l’essenza rilassante della Fattoria di Monticello, piccola tenuta vitivinicola, a gestione biologica, tra le colline e la campagna todina, di cui ho scoperto i vini per caso,  trovandoli squisiti sotto tanti aspetti… e devo ancora provarli tutti!
Qui, vi ho già raccontato il loro Vibio e, stavolta, tocca al Giacchio: davvero un gran Vino per la Pasta al Pesto.
Un bianco, a base di Sauvignon Blanc, Viognier e Chardonnay, che rivela delicati e sfiziosi profumi di pera, mela verde e albicocche, con sensazioni di fiori di campo, menta, maggiorana, salvia e appena una punta di fresca scorza di limone.
Una carica aromatica che esplode all’assaggio, regalando una succosa persistenza su note fruttate, croccanti e setose. Profumi appetitosi accanto a una saporosità che conquista… tutto a un piccolissimo prezzo.

Giacchio - Fattoria di Monticello
Giacchio 2018 – Fattoria di Monticello


Il Giacchio della Fattoria di Monticello: un Ottimo Vino per la Pasta al Pesto


Il Giacchio è un vino dal buon equilibrio, fresco e sapido senza eccessi e, probabilmente, anche per questo, si rivela un’ottima scelta accanto al gusto penetrante e particolare del classico pesto genovese. All’armonia definitiva del match, contribuiscono i profumi di questi bianco umbro, decisi e rinfrescanti, che rappresentano proprio quell’elemento di bontà in più che rende ancora più speciale la vivida carica aromatica di questo celebre condimento, tutto vegetariano.
Un abbinamento gustoso in cui si acuisce la persistenza del basilico e dei pinoli, per un assaggio carico, insieme, di morbidezza e sapore.
Un wine – food pairing inaspettato, con cui è davvero piacevole sorprendersi!
Prova anche a tu a stupirti…

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Giacchio direttamente sul sito del produttore, a circa 6 Euro.

L’Extra Dry Superiore di Valdobbiadene firmato Pederiva: un Ottimo Prosecco per un’Insalata Fragole e Asparagi

Un ottimo Prosecco per un’Insalata Fragole e Asparagi

Abbinamento fresco, profumato e di stagione che vede uscire, più che vittorioso, uno sfizioso Prosecco di Valdobbiadene dall’appetitoso rapporto qualità – prezzo. Non lo conoscevo e, una volta provato, devo dire, mi ha colpita piacevolmente… a riprova che, anche nel solo mondo del vino italiano, la sorpresa gustosa è sempre dietro l’angolo. In questo articolo, la risposta a una croccante è profumata insalata di fragole e asparagi viene dal Prosecco Superiore Extra Dry Pederiva.
Saprà incantarti, prova e vedrai!

Il Prosecco Superiore di Valdobbiadene Pederiva: Perlage, Profumi e Gusto

Il Prosecco Superiore Extra Dry di Mariangela Pederiva schiera in campo dei profumi particolarmente stuzzicanti, da cui emergono intense note di scorza di limone, albicocche e fiori di ginestra, con delicate sensazioni vegetali che ti fanno pensare all’erba appena tagliata. Un’aromaticità morbida che ben si abbina a un gusto carezzevole, regno di bollicine setose, di ricca freschezza e delicata sapidità, a lungo vivacizzato dai ritorni agrumati.
Grande equilibrio per un Prosecco che regala un assaggio squisito sotto tanti aspetti, compreso il prezzo e la capacità di accompagnare antipasti e contorni inediti.

Prosecco Superiore di Valdobbiadene Extra Dry Pederiva ... un Ottimo Prosecco per un’Insalata Fragole e Asparagi
Prosecco Superiore di Valdobbiadene Extra Dry Pederivaun Ottimo Prosecco per un’Insalata Fragole e Asparagi

L’Extra Dry Superiore di Valdobbiadene firmato Pederiva: un Ottimo Prosecco per un’Insalata Fragole e Asparagi


Questo di Pederiva, è un Prosecco di Valdobbiadene che ama particolarmente il gusto dissetante e lievemente acidulo della frutta, impiegata come gustoso ingrediente d’insalate e carpacci di mare. In particolare, accanto al fascino unico delle fragole, regala il meglio di sé, amplificandone la dolcezza e aggiungendo una punta di freschezza citrina. Se, poi, gustose fragole vengono utilizzate come ingrediente di una primaverile insalata di asparagi… ecco che arriva l’abbinamento dell’anno, stupendamente semplice, insolito e delicato. La tipica fragranza della Glera, da cui nascono gli appetitosi profumi di questo Prosecco Pederiva, magnifica il goloso tocco vegetale degli asparagi che, unito al gusto rinfrescante, dolce e agrumato, delle fragole, trasforma la semplicità della pietanza in un’autentica bomba di saporosità profumata e dissetante. Un abbinamento che vorresti non finisse mai… prolungalo pure! Gusto e leggerezza non sono mai stati più amici di così.


Cheers!

p.s. Puoi trovare il Prosecco Superiore di Valdobbiadene Pederiva,a questo link, a circa 8 Euro.

Il Corderíe di Astoria: i Migliori Abbinamenti

Il Corderíe di Astoria: Ottime Bollicine per l’Uovo Poché agli Asparagi

Sua maestà l’uovo in camicia, con un bel contorno di ortaggi di stagione, come gli asparagi: una ricetta in cui c’è tutto, profumi appetitosi e una persistenza tutta particolare. Manca solo quel tocco, sfizioso e rinfrescante, che solo delle vivaci bollicine sanno offrire, come quelle del Corderíe di Astoria: un Prosecco Superiore di Valdobbiadene che rende questo piatto ancora più allegro e saporito.

Come? Leggi oltre per scoprirlo!

Il Prosecco Superiore di Valdobbiadene Corderíe di Astoria: Profumi e Gusto

Intensità aromatica e un gusto ben equilibrato, tra acidità e freschezza, sono i due elementi che rendono ottima e appagante la semplicità di questo Prosecco. Bollicine di Glera che si presentano con profumi intensi di pera kaiser, limone, mimosa e salvia e che regalano un gusto dissetante e saporito, con lunghi ricordi agrumati e un delicato ritorno di erbe officinali e frutta succosa.

Un Prosecco Extra Dry che si beve che è un piacere: una bottiglia finisce in poco tempo, anche senza accompagnamenti mangerecci. Però, il Corderie se lo merita eccome uno squisito antipasto accanto!

Bollicine che si apprezzano facilmente con il pesce e i frutti di mare, preparati al gratin, ma che sanno arricchire di tanta saporosità anche semplici pietanze di verdure.

Prosecco Superiore di Valdobbiadene Corderíe di Astoria
Prosecco Superiore di Valdobbiadene Corderíe di Astoria

Il Corderíe di Astoria: i Migliori Abbinamenti

Certo che il Corderíe è davvero buono con uno spiedino di gamberi e zucchine, magari assaporato all’aperto, in spiaggia. Se, però, non si hanno dei crostacei freschi o non si ama il pesce? Tranquillo, questo è un Prosecco che sa bene come concedere quel suo tocco tipico, di freschezza estiva, anche alla naturalezza ed economicità di ricette vegetariane e vegane, come la mozzarella in carrozza, le crocchette di patate e spinaci, i ravioli di verdure al vapore, la pizza patate, mozzarella e rosmarino, l’omelette con ricotta ed erbette o la tempura di verdure miste.

Personalmente, lo trovo irresistibile accanto a un Uovo Poché agli Asparagi: due ingredienti leggeri, profumati, di facile reperibilità e di basso costo che amano davvero tanto la compagnia del Corderie. D’altronde, anche lui, è un Prosecco dotato di tanto gusto a un piccolo prezzo!

In abbinamento al Corderíe di Astoria, la preponderante tendenza dolce degli asparagi e dell’uovo in camicia, unita alla leggera sensazione di grassezza del tuorlo cremoso, acquista un brio squisito che rinfresca l’assaggio e amplifica l’aromaticità del piatto.

Davvero un match irresistibile dove sono i sapori genuini a vincere … Provalo e dimmi cosa ne pensi!

Cheers!

p.s. Puoi trovare il Prosecco Superiore di Valdobbiadene Corderíe qui, a circa 7 Euro.

N.B. Se cerchi altri gustosi vini da abbinare al gusto profumoso degli asparagi, dai un’occhiata a questi articoli:

Il Beneventano Bianco Bozzovich: un Ottimo Vino per gli Spaghetti Vongole e Cime di Rapa

Un Ottimo Vino per gli Spaghetti Vongole e Cime di Rapa

Chi c’è oggi su BWined? Un vino dal fantastico packaging e dal contenuto ancora più sorprendente! Se aggiungo che è anche un gran Vino per gli Spaghetti Vongole e Cime di Rapa … non si può che farne scorta. Complice anche un prezzo appetitoso, questo vino bianco è la scelta giusta per tanti momenti e altrettanti abbinamenti… Prosegui la lettura per scoprire perchè il Bozzovich Bianco, firmato Ocone, è un ottimo Vino per gli Spaghetti con Vongole e Cime di Rapa … e per molti altri piatti, altrettanto estivi e succulenti 🙂


Il Beneventano Bianco Bozzovich: Colore, Profumi e Gusto


Un vino che è già arte, ancora prima di aprire la bottiglia che lo contiene. Un’etichetta in stile Art Nouveau, dal fascino femminile, che vuol essere un omaggio all’artista Bozzovich che, già nell’intervallo tra i due conflitti mondiali, realizzò uno speciale manifesto liberty, proprio per pubblicizzare i vini di qualità della famiglia Ocone.

Da tali premesse, questo bianco non poteva rivelarsi in altro modo: elegante e luminoso nella sua veste dai riflessi dorati e ancora più piacevole nei suoi profumi.
Un invitante mix di sensazioni fruttate, floreali e vegetali in cui spiccano le note dei fiori di glicine, ginestra, mango, pompelmo e albicocche, con un sottofondo di rinfrescanti sensazioni di mentuccia.
Una gustosa fusione di tipiche uve campane, dov’è il carattere equilibrato della Falanghina a regnare, per un assaggio che vince in ricca sapidità e grazie a una succosa scia, fresca e agrumata.

Il Beneventano Bianco Bozzovich: un Ottimo Vino per gli Spaghetti Vongole e Cime di Rapa
Bozzovich Bianco – Ocone

Il Beneventano Bianco Bozzovich: un Ottimo Vino per gli Spaghetti Vongole e Cime di Rapa


Questo Beneventano Bianco, grazie alla definita personalità, ricca di acidità e mineralità, in sapiente bilanciamento e sinergia, accompagna, con delizia, il gusto delle linguine con vongole e cime di rapa. Il gusto marino dei molluschi, accanto alla delicata tendenza amara di questi ortaggi, si esalta grazie alle note fruttate e agrumate del vino. Una ricetta che vive già di un suo eccellente equilibrio, grazie alla presenza della pasta, e che si veste di una saporosità ancora più squisita e persistente, grazie all’abbinamento con il Bozzovich.
Un modo eccellente per rendere giustizia al gusto meraviglioso dei frutti del mare e della terra.
Potete apprezzare il fascino del Bozzovich Bianco anche accanto a delle
linguine al nero di seppia, a un filetto di branzino alle olive o con dei ravioli di pesce agli spinaci.
Gran belle scelte, tutte da scoprire… e per fortuna che si tratta di un vino con prezzo buono tanto quanto lui.
Lo puoi trovare facilmente qui, a circa 8 Euro.



Cheers!

Honor Rosé di Astoria: Amore a Prima Vista con i Crudi di Tonno … specie se accompagnati dalla freschezza di Cetrioli e Ravanelli

L’Honor Rosé di Astoria: ottime Bollicine per i Crudi di Tonno

Un abbinamento capace di rinfrescare palato e umore anche in questi giorni di caldo vento africano? Ce l’ho! Basta la croccantezza dei ravanelli, il tocco dissetante dei cetrioli e il soave fascino marino del tonno crudo… come ciliegina sulla torta, arriva il tocco spumeggiante dell’Honor Rosé di Astoria: gustose bollicine, a base di Pinot Nero e Raboso, che sono un vero evergreen di succosa e spumosa piacevolezza, a un prezzo ottimo.

Honor Rosé di Astoria: Colore, Profumi e Gusto


Il colore è di un bel rosa antico, con luminosi riflessi aranciati, una tonalità che ben introduce succosi profumi di chicchi di melograno, fragoline e mandarino, accompagnate da soffuse nuance di gelsomino e basilico. Il gusto è piacevolmente fresco e sapido, con una mineralità che scorre lenta, in una persistenza saporita, dai ricordi fruttati. Bollicine che finiscono in un baleno, le assaporeresti ancora e ancora. Con la giusta ricetta in abbinamento, diventano sorprendentemente speciali.

L'Honor Rosé di Astoria ... ottimo con una Tartare di Tonno, con Cetrioli e Ravanelli
L’Honor Rosé di Astoria … ottimo con una Tartare di Tonno, con Cetrioli e Ravanelli

Honor Rosé di Astoria: Amore a Prima Vista con i Crudi di Tonno

… specie se accompagnati dalla freschezza di Cetrioli e Ravanelli!


L’Honor Rosé di Astoria accompagna in maniera incredibile il gusto dei crudi di tonno, anche leggermente piccanti, risultando ugualmente un perfetto compagno di quel sushi e delle tartare in cui questo pesce, in versione nature, è gran protagonista. Solo da poco ho scoperto che è perfettamente capace di esaltare anche la semplice fresca croccantezza di alcune verdure. Anche in questo caso, l’Honor Rosé resta saldo nei suoi principi, arricchendo il gusto nudo e crudo di cetrioli e ravanelli, appena conditi con del succo di limone, un filo d’olio evo e qualche goccia di salsa di soia… Ingredienti perfetti per completare una gustosa tartare di tonno. 3 soli elementi per un piatto dai profumi marini ed erbacei che trova perfetto coronamento in  tanti calici di questo rosata Cuvée. Un abbinamento in cui si sente il delicato tocco salino del tonno crudo, l’aromaticità e il gusto scrocchiante  e fresco delle verdure.
Bollicine che hanno la setosità giusta per non accentuare eventuali amarezze (del particolare olio evo scelto e dei ravanelli) e l’intensa sapidità della soia.
Non ci sono scuse: questo tra l’Honor Rosé di Astoria e una Tartare di Tonno, con Cetrioli e Ravanelli, è un abbinamento cibo vino fantasticamente imperdibile… buonissimo, dietetico e pure economico!
Di più, davvero, non saprei… Sinceramente? Uno degli abbinamenti che più preferisco, così facile da preparare che ogni momento gli è perfetto.

Cheers!

p.s. Puoi trovare facilmente l’Honor Rosé di Astoria online, qui ad esempio, al fantastico prezzo di circa 7 Euro.

L’Aglianico Petra Ceci 2017: Un Vino perfetto per la Tagliata al Balsamico

Un Vino perfetto per la Tagliata al Balsamico

Una ricetta semplice e intramontabile come quella protagonista di questo post, merita un buon vino accanto. Qui, fortunatamente, avevo già individuato 2 ottimi nettari in abbinamento. Tuttavia, dopo averla accompagnata con uno sfizioso Aglianico di Calabria, non potevo non raccontare anche quest’altro rosso: davvero un Vino perfetto per la Tagliata al Balsamico. Pochi ingredienti per un matrimonio di sapore che promette di durare in eterno. Vuoi dare un’occhiata e un assaggio?

L’Aglianico Petra Ceci 2017 – Profumi e Gusto

Il Petra Ceci 2017, prodotto dall’azienda Montemajor dell’enologo Mario Ercolino, è un Aglianico dal fascino particolare,  ricco di morbidezza ma anche di una freschezza vegetale che ti porta a spasso tra i boschi tipici della macchia mediterranea, a un passo dal mare.
Gli appartengono profumi caldi, delicatamente fruttati, tostati e vegetali che attirano con il fascino di un delicato mon cheri e di tante erbe aromatiche, come menta, timo e rosmarino.
Un rosso che regala un  sorso felice, che piace senza mai appesantire, dotato di una lunga persistenza balsamica, resa setosa dalla dolcezza delle ciliegie e dei frutti di bosco.
Un vino intenso e dotato, al contempo, di un ottimo equilibrio che rende ogni suo aspetto ancora più appetitoso: non è certo un rosso che profuma e sa solo di frutta! Il Petra Ceci unisce  forza e raffinatezza, in un gusto che risulta sempre impagabile, assaporabile a un prezzo davvero ottimo.

Il Petra Ceci 2017 -Montemajor
Il Petra Ceci 2017 -Montemajor … più rubino di così 🙂

L’Aglianico Petra Ceci 2017: un Vino perfetto per la Tagliata al Balsamico

Quali sono le Caratteristiche più Gustose di una Tagliata al Balsamico?

La tagliata al balsamico costituisce una ricetta intramontabile e dal gusto genuino, che poggia le sue solide e golose fondamenta sulla qualità di due ingredienti principali: la carne di manzo e l’aceto balsamico di Modena. Per prepararla, scegli un taglio di carne adatto, piacevolmente marezzato, per un gusto più saporito, e un aceto balsamico vero, senza aggiunta di coloranti o melassa. Agli ingredienti base, in questo succoso esperimento di abbinamento cibo vino, ho aggiunto qualche fogliolina di timo, per conferire un tocco erbaceo e rinfrescante alla pseudo-dolcezza della carne.

Perchè l’Aglianico Petra Ceci 2017 è così buono accanto a una Tagliata al Balsamico?

Tanti sono i vini rossi che amano le carni cotte brevemente, in padella e alla piastra, con il cuore leggermente al sangue, pochi però apprezzano ugualmente la sensazione agrodolce, con una punta di amaro, tipica di una salsa all’aceto balsamico. Questo, fortunatamente, non è il caso del Petra Ceci: davvero un Vino Perfetto per una tagliata al balsamico.
Il tocco vellutato ed equilibrato del vino esalta il gusto particolare del condimento al balsamico e la freschezza vegetale arricchisce di persistenza aromatica il gusto della carne e la già viva balsamicità della salsa.
Infine, come finale aggiunta intrigante, il gusto goloso della pietanza si impreziosisce con delicate sfumature al cacao… da leccarsi i baffi, peccato che ricetta e vino finiscano subito!

Prova anche tu questo abbinamento ad alto godimento! Puoi trovare il Petra Ceci 2017 qui, a circa 7 euro.

Cheers!

P. S. Se preferisci, puoi abbinare questo Aglianico, con gusto, anche a un cosciotto d’agnello alle erbe o con un carrè d’agnello ai frutti di bosco.

Prosecco Foss Marai Strada di Guia 109: un Ottimo Vino per un Tortino di Patate, Alici e Mozzarella

Un Ottimo Vino per un Tortino di Patate, Alici e Mozzarella

Ho scovato un altro vino spumeggiante da aggiungere alla mia lista dei Prosecchi del cuore. Il delizioso Foss Marai Strada di Guia 109 si è rivelato un gran vino per un Tortino di Patate, Alici e Mozzarella. Bollicine davvero esaltanti assieme a questa semplice ricetta: un abbinamento così riuscito che il rischio è quello di monopolizzare completamente la bottiglia.
Se vuoi scoprire il perché della perfetta riuscita di questo intrigante match o, semplicemente, lasciarti ingolosire dalle seducenti caratteristiche di questo Prosecco, continua la lettura … non te ne pentirai.

Il Prosecco Foss Marai Strada di Guia 109: Colori, Profumi e Gusto

Un Prosecco che colpisce subito, anche solo con la ricchezza delle sue bollicine, e che cattura subito con i suoi croccanti profumi, appena si avvicina il naso al calice.
Agrumi, tanti agrumi: sensazioni aromatiche rinfrescanti e invitanti che si arricchiscono di ulteriori note fruttate e di delicate nuance floreali ed erbacee.

Un vino carico di freschezza e di uno stuzzicante riverbero minerale che accompagna l’assaggio con una piacevole e lunga coda sapida, con succosi ricordi di mele.
Uno di quei Prosecchi di cui è facile innamorarsi: vestito di profumi appetitosi ed eleganti, leggero e beverino a ogni sorso.

Ti dirò, è buonissimo anche così da solo, tanto sembra dissetante e delicatamente saporito. Però … se lo provi con un Tortino di Patate, Alici e Mozzarella …

Prosecco di Valdobbiadene Strada di Guia 109 - Foss Marai
Prosecco di Valdobbiadene Strada di Guia 109 – Foss Marai

Il Prosecco Foss Marai Strada di Guia 109: un Ottimo Vino per un Tortino di Patate, Alici e Mozzarella

… suona una musica ancora più coinvolgente!

Con il suo ottimo prezzo e il perlage bello spumoso e persistente, lo Strada di Guia 109 si è rivelato davvero una gustosa sorpresa… a cui mi sono preparata preventivamente, preparando diversi abbinamenti sperimentali. Risultato? La morte sua sono gli abbinamenti con le ricette a tutto pesce, dalla spiccata tendenza dolce e caratterizzate da una certa grassezza. (cos’è la tendenza dolce in una pietanza? E la grassezza? Facile, dai un’occhiata qui!)

In particolare, accanto a un Tortino di Patate, Alici e Mozzarella, conferisce alla pietanza una freschezza succosa, esaltandone la soffusa sapidità e i particolari profumi marini.

Un piatto semplice che si veste a festa, grazie proprio all’accompagnamento di questo ottimo Prosecco di Valdobbiadene.

Credo di aver scoperto uno dei miei abbinamenti preferiti, almeno finora 🙂

Puoi reperire il Prosecco Strada di Guia 109, direttamente sul sito del produttore, a circa 12 Euro.

Cheers!

p.s. Se preferisci, puoi sempre abbinare il Prosecco Foss Marai Strada di Guia 109 a dei bignè di salmone e stracchino, con degli spiedini di polpo o di mazzancolle, con un crudo di gamberi rossi, su purea di topinambur, con un’insalata di polpo e patate o con delle raffinate capesante, in salsa di zafferano.

Il Rosso Conero di Moroder: Un Ottimo Vino per l’Anatra alle Prugne

Un Ottimo Vino per l’Anatra alle Prugne

Una ricetta antica, quella dell’anatra alle prugne, che trova origine addirittura nelle pagine del De Coquinaria di Apicio. Oggi, è ancora una pietanza di gran gusto, sebbene rivisitata secondo il moderno appeal, che merita numerose scelte vinose in grado di esaltarne la succulenza. Nel post di oggi, troverete un ottimo Vino per l’Anatra alle Prugne, un gustoso rosso marchigiano, a tutto Montepulciano, dal prezzo altrettanto goloso.
Ecco che ve lo descrivo!



Il Rosso Conero di Moroder: Colore, Profumi e Gusto

Il rosso Conero biologico di Moroder colpisce subito, oltre che per l’elegante bottiglia, grazie ai suoi profumi penetranti e il gusto equilibrato, dalla sfiziosa scia sapida. Un vino che sprigiona intensi aromi di visciole, prugne e frutti di bosco, di violette e Iris, con delicate note, speziate e tostate, di cannella e chicchi di caffè tostati.
Un gusto morbido, dai tannini finissimi, vivacizzato da una mineralità ferrosa e da una mite acidità che ricorda le more appena colte. Un rosso dal gusto pieno e corposo, quasi masticabile, che lascia in bocca squisite sensazioni saporite, con ricordi di sottobosco e spezie dolci.

Rosso Conero 2017 Moroder : un Ottimo Vino per l’Anatra alle Prugne
Rosso Conero 2017 – Moroder

Il Rosso Conero di Moroder: un Ottimo Vino per l’Anatra alle Prugne


In una pietanza particolare come il petto d’anatra alle prugne, è la carica agrodolce a farla da padrona, quello stesso appeal che rende la stessa ricetta apiciana immortale, seppur modificata per rispecchiare le attuali tradizioni culinarie. In questo secondo, dal fascino intenso, troviamo la spiccata grassezza della carne d’anatra, esaltata dal tocco acidulo e, allo stesso tempo, dolce, di una salsa realizzata con frutta secca e sfumata all’aceto: un piatto che vive già di un suo particolare equilibrio e che, attraverso l’accompagnamento di questo Rosso Conero, mantiene inalterata tutta la sua armonia.
I profumi del cibo e della pietanza vanno a braccetto. Il sapore dell’anatra è della salsa trovano il giusto completamento nella freschezza fruttata e nella succosa sapidità di questo rosso. Un perfect match che viene suggellato da una piacevole e lunga persistenza, su note di more e, ovviamente, prugne.
Una deliziosità dal fascino storico che puoi sperimentare facilmente di persona.

Trovi il Rosso Conero di Moroder, a questo link, a circa 10 Euro.

Cheers!

Un ottimo Vino per l’Insalata Greca

Un ottimo Vino per l’Insalata Greca

Per trasformare in pura allegria anche il più semplice e veloce dei pasti, niente è meglio di un bicchiere di profumato e disinvolto prosecco.
In particolare, l’Extra Dry Zan, dei Fratelli Bortolin, è davvero perfetto per accompagnare il gusto profumato e croccante di un’insalata greca.
Un abbinamento all’insegna dei profumi estivi, della leggerezza e di un gusto rinfrescante e saporito.

Il Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry Zan: Colore, Profumi e Gusto


A chi non crede alla frizzante piacevolezza di bollicine dal costo mite, suggerisco un assaggio del saporito Zan. Un Prosecco, senza solfiti aggiunti, succoso e spumoso, dal ricco e luminoso perlage, che racconta il gusto croccante delle mele verdi e degli agrumi, unito ai raffinati profumi dei fiori d’acacia e di mimosa. Una vivida acidità, in coppia a una stuzzicante mineralità, ben amalgamate in una struttura briosa ma dal fascino setoso. Scordate noccioline e patatine, questo figlio di Valdobbiadene sta bene con ben altre gustosità!

Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry Zan - Fratelli Bortolin
Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry Zan – Fratelli Bortolin


Il Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry Zan: un ottimo Vino per l’Insalata Greca


Grazie alla sua profumosità, di scoppiettante freschezza, carica anche di sfiziose note erbacee e dell’intensa dolcezza delle note fruttate, il Zan riesce bene a esaltare il fascino delicato e aromatico di molte verdure, ortaggi e formaggi freschi. Complici la vivace effervescenza, unita a una spiccata freschezza, in equilibrio alla decisa sapidità, questo è un Prosecco perfetto accanto a un’insalata greca. Lattuga e pomodorini freschi, cipolle profumate e Feta, conditi con una gustosa e profumata salsa tzatziki: un condimento che lo Zan sembra amare particolarmente. Un connubio di sapori deliziosi, in cui sentirai tutta la fragranza dissetante del cetriolo unita ai morbidi profumi dello yogurt greco. La delicata grassezza della Feta viene stemperata dal generoso perlage del vino e quella sua tipica nota pungente e acidula viene coccolata dalla setosità di questo particolare prosecco, Un piatto semplice, leggero, quasi dietetico, che acquista un gusto di rinnovata magia, proprio grazie all’accompagnamento del Zan.
I sapori, i profumi e lo charme di una mite Estate, tutti nel calice.
Non ti resta che brindare, cheers!

p.s. Un Vino per l’Insalata Greca ma, se vuoi sfruttare il Zan su ricette un pochino più ricche ed elaborate, allora provalo con degli spiedini di salmone e pomodorini o con un carpaccio di salmone in salsa di yogurt e cetrioli.

p.p.s. Puoi trovare il Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry Zan, dei Fratelli Bortolin, facilmenteonline, ad esempio a questo link, a circa 12 Euro.